Agenzia della xylella, persi 5 milioni. La legge salta tra accuse e polemiche

Si rimanda l’istituzione dell’Agenzia per la lotta alla xylella e vanno a farsi benedire i 5 milioni pronti ad essere utilizzati per la sua messa in esercizio

Nei giorni scorsi la certificazione per la spesa dei fondi Ue del Piano Rurale ha consentito di ‘liberare’ 5 milioni di cofinanziamento regionale.

I soldi, cioè, non dovranno più essere utilizzati per la spesa delle risorse UE e restano in bilancio. L’assessore Di Gioia ha inserito, nel testo della legge per Arxia, una norma di variazione al bilancio che avrebbe consentito di cambiare la destinazione dei 5 milioni. Operazione possibile sino al 30 novembre.

Ma la legge per Arxia non è stata esaminata e quei soldi finiranno in avanzo di amministrazione e saranno disponibili nel 2020.

L’Arxia partirà con soli 100.000 euro di dotazione.

Il M5S ha votato contro la nuova agenzia poichè la ritiene (ndc: come molti addetti ai lavori) una replica alle funzioni dell’ARIF.

 

Fonte: www.corrieredelmezzogiorno.corriere.it