Assemblea CIA: Gallinella, Saltamartini, Di Gioia, Sicolo, Chiuto e Monti parlano di xylella , burocrazia ed Agea

Il presidente della commissione agricoltura della Camera Filippo Gallinella, la presidente della commissione attivita’ produttive della Camera Barbara Saltamartini, l’assessore all’agricoltura della Puglia Leonardo DI GIOIA, il presidente di Italia olivicola Gennaro Sicolo, il sindaco di Cosenza Mario Chiuto e l’ad di Alce nero Massimo Monti hanno animato il secondo panel di discussione nel corso dell’assemblea nazionale Cia “il paese che vogliamo”.

“Bisogna fare in modo che chi fa impresa agricola lo possa fare senza lacci e lacciuoli della burocrazia; sta per arrivare un decreto semplificazione, su questo metteremo l’acceleratore perche’ le attivita’ possano avere meno vincoli”, ha sostenuto Saltamartini, per la quale “il tema delle infrastrutture rimane prioritario”.

Sicolo ha ringraziato il ministro Centinaio per lo stanziamento di fondi per il contrasto alla xylella anche se – ha fatto notare – “sono arrivati con molto ritardo”, stiamo combattendo la xylella dal 2013. “il problema lo abbiamo importato, le frontiere ci garantiscono una protezione?”, ha aggiunto Sicolo, evidenziando che la xylella “è un problema europeo”. “Ben vengano le risorse ma togliamo la burocrazia”, ha detto ancora Sicolo sostenendo che “il piano olivicolo deve partire dal Salento con importanti risorse”.

Di Gioia ha ribadito che il problema della xylella non è solo pugliese ed ha spiegato le complicazioni burocratiche legate all’abbattimento degli alberi infetti. “La pubblica amministrazione deve risolvere problemi, non aggravarli”, ha rimarcato l’assessore, spiegando che “valutiamo l’uso delle nuove risorse per rigenerare le imprese”.

Gallinella ha sostenuto che con la nuova Pac “dobbiamo fare in modo che le risorse comunitarie, speriamo non ridotte, vengano distribuite per la salvaguardia dei beni pubblici, per produrre cibo di qualita’ e per la sostenibilta’”.

“Oggi chiudiamo sul biologico; speriamo di chiudere la legge sul consumo di suolo in questa legislatura”, ha proseguito Gallinella, evidenziando la necessita’ di far capire il bisogno di un equilibrio tra uomo e natura nella gestione della fauna selvatica. Il deputato ha annunciato una legge per la semplificazione in agricoltura da incardinare dopo la legge di bilancio e sottolineato il bisogno di concludere la riforma di agea, sul quale si e’ detta d’accordo anche Saltamartini.

“Vogliamo fare in modo che se un’agricoltore entra in un’anomalia il giorno dopo abbia una risposta, e’ una promessa che porto avanti insieme a voi”, ha detto Gallinella.

Chiuto ha fatto notare le difficolta’ e la mancanza di strumenti a cui devono far fronte i sindaci per proporre buone pratiche, mentre Monti ha chiesto di investire sulla cultura del cibo.

 

Fonte: www.agrapress.it