Regione Puglia. PSR 2014-2020, aggiornata la graduatoria

Si pubblica la Determina della Regione Puglia PSR 2014-2020, relativa all’aggiornamento della graduatoria per le richieste sulla misura 5, sottomisure 5.1 e 5.1.A.

430

TAR Lazio. Annullato il ricorso contro il MIPAAFT e la Regione Puglia

Il TAR Lazio ha annullato il ricorso presentato dal Codacons ed altri contro il MIPAAFT e la Regione Puglia. Si allega l’Ordinanza.

N.-01539_2019-REG.RIC_-ordinanza-cautelare0

 

A.P.OL. Lecce, evento

L’A.P.OL. Lecce comunica avere organizzato un convegno sull’olivicoltura che si terrà il prossimo 29 marzo 2019 dalle ore 09:30, presso la Masseria Montevergine, SP per Martano km 19, Otranto.

Castellaneta, ecco i nuovi professionisti dell’olio d’oliva

E’ cominciato ieri, lunedì 11 marzo 2019, a Castellaneta, il Corso di Formazione per aspiranti assaggiatori Oli d’Oliva Vergini. Il corso si articolerà in nove giornate, dall’11 al 19 marzo, con lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche che si terranno nella sede di Form&Job, in via Fontanelle. Al progetto collaborano APOL, Italia Olivicola e Agea. Il corso è finanziato dall’Unione Europea, nell’ambito dei Programmi di sostegno dei settori dell’olio d’oliva e delle olive da tavola, con la misura 4.f dedicata alla formazione di assaggiatori per l’analisi sensoriale dell’olio d’oliva vergine e delle olive da tavola. Continua a leggere

Di Gioia, assessore all’agricoltura pugliese: il Decreto consente deroga a piano assicurativo e contrasto xylella

“Aver ottenuto un Decreto legge sulla materia delle emergenze agricole è già di per sè un risultato molto positivo. Il provvedimento, per il suo carattere immediatamente applicativo, ci mette nelle condizioni di affrontare meglio le due questioni cruciali che impattano sull’olivicoltura pugliese: ovvero quello della deroga al piano assicurativo per accedere al fondo di solidarietà nazionale, relativamente alle gelate del 2018, e il contrasto alla xylella. di questo siamo grati al ministro Centinaio”, ha dichiarato venerdi’ 8 marzo l’assessore alle risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo Di Gioia. Continua a leggere

Studio di Italia Olivicola a Hogan e ad Andriukaitis

L’ufficio studi di Italia Olivicola ha inviato al commissario ue all’agricoltura, Phil Hogan, e al commissario UE alla salute, Vytenis Andriukaitis, copia di uno studio, con la metodologia utilizzata per ricavare i dati, sugli effetti reali che la xylella ha procurato nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto “martoriate dal batterio, dalle follie di tanti santoni e da anni di cattiva gestione burocratica, amministrativa e politica”, sottolinea l’organizzazione.

Confrontando i dati di Istat, Ismea, Sian e aziende agricole sul territorio, Italia Olivicola chiede un intervento straordinario di 500 milioni di euro per la ristrutturazione e riconversione degli uliveti del Salento.

 

Fonte: www.agrapress.it

Xyella: Stefàno (PD) con sindaci salentini: “Serve Piano straordinario di interventi concreti”

“Sono felice ci sia stato un momento di ascolto e riflessione con tutti i sindaci sul tema della Xylella.

Siamo ancora a questo punto perché per troppo tempo sono state inseguite tesi prodotte da chi non aveva alcun titolo a parlare di fitopatie, anche da chi ricopriva ruoli istituzionali di rilievo. È come se, per curare una malattia dentale, si scegliesse il consulto di un architetto o di un agente di commercio. Continua a leggere

Xylella, Cia chiede le dimissioni dei 97 sindaci della provincia di Lecce: “Serve segnale-shock”

Una proposta estrema per dare un segnale alle istituzioni: le dimissioni di tutti i sindaci della provincia di Lecce. E’ quanto chiede la CIA Agricoltori italiani della Puglia che ieri ha partecipato al sit-in del coordinamento di Agrinsieme (oltre alla CIA, anche Confagricoltura, Copagri, e Alleanza delle cooperative per l’Agroalimentare) davanti alla Provincia di Lecce in occasione del vertice dei sindaci per affrontare l’emergenza.
‘Il risultato acquisito con il Decreto emergenze è importante, ma è solo il primo passo da compiere verso la concertazione, l’elaborazione e la messa in campo di un programma di azioni ed un piano di investimenti pluriennali per centrare due obiettivi: da un lato, contrastare l’avanzata di xylella; dall’altro, fermare l’emorragia produttiva del settore olivicolo nelle provincie più colpite dal batterio, quelle di Lecce, Brindisi e Taranto’ sono le dichiarazioni di Benedetto Accogli, presidente provinciale di CIA Lecce.

Manifestazione del 9 marzo a Lecce

                 

Sono arrivati da tutto il Salento: olivicoltori, frantoiani, le associazioni agricole che si riconoscono nel coordinamento di Agrinsieme (CIA Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Copagri, Alleanza per le Cooperative), sindaci, semplici cittadini, tutti
riuniti in corteo dietro uno striscione significativo: “Il Salento vuole vivere”.
Una mobilitazione per ricordare a tutti, a ogni livello istituzionale, che nei territori di Lecce, Brindisi e Taranto gli agricoltori stanno combattendo una battaglia per la Puglia, per l’intero Paese, contro la xylella. Contro l’azzeramento drammatico del settore olivicolo, contro la chiusura di centinaia di frantoi, per non continuare a perdere migliaia di posti di lavoro, come un’emorragia che dissangua il territorio, lo priva del suo paesaggio, del suo pane e del suo futuro. La guerra contro la Xylella è per far continuare a vivere il Salento, la Puglia, l’agricoltura e il turismo.
CIA Agricoltori Italiani della Puglia, così come tutte le organizzazioni unite nel coordinamento di Agrinsieme, hanno accolto con favore il primo risultato importante della loro battaglia rappresentato dal decreto del ministro Centinaio su gelate e xylella.
Si tratta, però, di un primo passo, a cui dovrà seguire l’elaborazione e l’attuazione di un più vasto piano di sostegno agli agricoltori pugliesi e rilancio dell’agricoltura in una regione che, finora, è stata lasciata sola ad affrontare una delle più grandi e drammatiche piaghe per il comparto primario.
La diffusione e il continuo espandersi del batterio xylella, infatti, ha provocato un vero e proprio crollo produttivo e reddituale nelle zone più colpite, con un decremento della produzione che ha cancellato oltre un milione di giornate lavorative nel settore olivicolo.
Di fronte a una crisi epocale, che mette a rischio il presente e soprattutto il futuro del comparto primario, è necessaria una superiore unità d’intenti e una nuova complessiva strategia di sviluppo che preveda linee d’intervento, risorse, investimenti, capacità progettuali tali da invertire la drammatica spirale della crisi.

Oliveti Terra di Bari, convegno

La Oliveti Terra di Bari informa che si terrà un convegno per olivicoltori:

il 27 marzo 2019 dalle 18:30 presso la Cooperativa Eurocoop, Strada complanare S.P. 231 KM 56+383 in Ruvo di Puglia;

il 28 marzo 2019 dalle 18:30 presso Agricoltura Progresso, via Mariotto, 5 in Terlizzi;

il 29 marzo 2019 dalle 18:30 presso la Coop. Produttori Agricoli, via Ammiraglio Vacca, 223 in Bitonto.

Referente il sig. Gaetano Bonasia