Fatturazione elettronica carburanti, niente proroga per il gasolio agricolo

La fatturazione elettronica obbligatoria per l’acquisto dei carburanti e la abolizione delle schede carburanti che doveva entrare in vigore del 1° luglio scorso è stata ufficialmente rimandata al 1° gennaio 2019.

Ma benzina e gasolio destinati ad essere utilizzati per veicoli agricoli devono ritenersi esclusi dall’applicazione delle nuove disposizioni. (circolare dell’Agenzia delle Entrare n. 13/E del 02/07/2018)

Il 28 giugno scorso, infatti, il Consiglio dei ministri ha varato il decreto legge 79/2018 che proroga l’obbligo della fatturazione elettronica per l’acquisto di carburanti per autotrazioni per i possessori di partita Iva, previsto dalla legge di bilancio 205/2017, rimandando l’obbligo al 1° gennaio prossimo, quando entrerà in vigore l’obbligo della fattura elettronica tra privati.
….
Però il testo del decreto legge si riferisce in maniera esplicita solo agli impianti di distribuzione stradale ….non menziona chi acquista carburanti fuori dalla rete stradale, come le imprese che li ricevono in azienda per mezzo di autobotti….

A questo proposito …..una precisazione apparsa rassicurante, poi confermata dalla circolare dell’Agenzia delle Entrare n. 13/E che al punto 1.4 recita: “Sull’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di carburanti si rinvia alle precisazioni già fornite in risposta al quesito 1.1, alla luce delle quali benzina e gasolio destinati ad essere utilizzati per veicoli agricoli di varia tipologia (tra cui i trattori agricoli e forestali, nonché, in generale, le macchine individuate nell’articolo 57 del codice della strada) devono ritenersi esclusi dall’applicazione delle nuove disposizioni“.

Resta invece,…… “l’obbligo di utilizzare i pagamenti tracciabili (carte di credito, bonifici, assegni, ecc.) per la deducibilità del costo d’acquisto e per la detraibilità ai fini Iva degli acquisti di carburante“.

Fonte: www.agronotizie.imagelinenetwork.com