tasse

Giovani agricoltori, il pagamento sale dal 25% al 50%

La durata è di 5 anni. Società semplice: basta essere soci

I giovani agricoltori percepiscono un pagamento aggiuntivo nella Pac 2015-2020; dal 2018, le scelte nazionali del Regolamento Omnibus hanno aumentato l’importo del pagamento ai giovani agricoltori dal 25% al 50% del valore medio dei titoli detenuti (in proprietà o in affitto).

In altre parole, il giovane agricoltore percepisce un pagamento pari al 50% del valore medio dei titoli all’aiuto, detenuti in proprietà e/o in affitto, per un numero massimo di 90 ettari. … il pagamento per i giovani agricoltori è proporzionale al valore dei titoli individuali; quindi un giovane agricoltore che possiede titoli di valore elevato, ottiene un pagamento elevato e viceversa.

Limite di 90 ettari

La normativa comunitaria e nazionale stabilisce che l’importo del pagamento per i giovani agricoltori è calcolato per un numero massimo di 90 ettari….

Aiuto per un lustro

Il pagamento ai giovani agricoltori è limitato alla fase iniziale del ciclo di vita dell’impresa, per cui esso è concesso per un periodo di cinque anni.

Fino al 2017 (ante-Regolamento Omnibus), se l’insediamento era avvenuto prima del 2015, il periodo quinquennale veniva ridotto del numero di anni trascorsi tra la data del primo insediamento e la data della prima domanda per aderire al regime del pagamento di base, ovvero il 2015…

Con le decisioni nazionali del Regolamento Omnibus, dall’anno di domanda 2018, tale modalità di calcolo è eliminata. Ciò vuol dire che tutti i giovani agricoltori potranno richiedere il pagamento supplementare per un periodo totale di 5 anni (senza alcuna riduzione dovuta al numero di anni trascorsi dalla data di insediamento)….

Fonte: www.terraevita.edagricole.it