La produzione d’olio d’oliva andaluso arriverà a 1,3 milioni di tonnellate

La sola provincia di Granada produrrà quasi quanto l’intera Italia. L’aumento produttivo nell’area olivicola mondiale per antonomasia, dove si concentra quasi la metà della produzione mondiale, sarà del 40%

Il governo andaluso ha aggiornato le proprie stime di produzione, prevedendo che la regione dell’Andalusia produrrà 6,4 milioni di tonnellate di olive e 1,3 milioni di tonnellate d’olio d’oliva.

Implicitamente, quindi, le autorità andaluse fanno capire che si aspettano anche ottime rese in frantoio, pari al 25%.

L’Andalusia registrerà quindi un’annata d’oro, considerando che la produzione aumenterà del 40% rispetto all’anno precedente ma soprattutto del 28% rispetto alla media delle ultime cinque campagne olearie.

Ovviamente la parte del leone la farà la provincia di Jaen, accreditata di 685 mila tonnellate di produzione, con addirittura un incremento del 75% rispetto all’anno precedente.

Province vallette di Jaen sono Granada, con 143 mila tonnellate (+57%), e Siviglia, con 114 mila tonnellate (+6%).

Segno negativo solo per la provincia di Almeria che produrrà 14 mila tonnellate (-19%).

Secondo i tecnici andalusi la produzione complessiva spagnola d’olio d’oliva sarà di 1,55 milioni di tonnellate con un aumento del 23% rispetto alla campagna precedente.

A livello mondiale invece la produzione sarà di poco inferiore a 3,1 miloni di tonnellate, in flessione dell’8% rispetto all’anno precedente.

Fonte: www.teatronaturale.it