L’Ue rimborsa 37 milioni di aiuti Pac agli agricoltori italiani

Un “regalo di natale” legato alla riserva detratta dal bilancio agricolo Pac 2018 per le crisi agricole, ma non utilizzata. In tutto sono 444 milioni da restituire e la fetta più consistente spetta a Francia e Germania, mentre la Croazia è ancora esclusa

La Commissione europea ha pubblicato il Regolamento con il quale si dispone il rimborso di circa 37 milioni di euro agli agricoltori italiani che hanno subìto le riduzioni di adattamento degli aiuti Pac per creare la riserva di bilancio.

Il rimborso scatta dal 1° dicembre

Il regolamento pubblicato il 28 novembre 2018 è immediatamente applicativo e stabilisce anche che i rimborsi dovranno essere effettuati a partire dal 1° dicembre 2018.

La decisione significa che gli importi detratti dai pagamenti diretti quest’anno possono essere rimborsati agli agricoltori dagli Stati membri a partire dal 1 ° dicembre 2018.

Il rimborso disposto dalla Commissione riguarda tutti gli stati membri per cui il regalo di Natale agli agricoltori europei sarà pari a complessivi 444 milioni di euro e la quota maggiore pari a circa 90 milioni andrà alla Francia seguita dalla Germania e dalla Spagna con circa 50 milioni di euro.

La riserva non utilizzata ritorna agli agricoltori

Questo importo è stato inizialmente detratto dal bilancio 2018 per il sostegno al reddito degli agricoltori nell’ambito della politica agricola comune (PAC) per creare la cosiddetta riserva di crisi agricola di quest’anno.

Il concetto di riserva per la crisi agricola e il suo meccanismo di rimborso sono stati concordati nella riforma della PAC del 2013. È stato applicato per la prima volta nell’esercizio finanziario 2014.

La detrazione si applica solo al sostegno del reddito superiore a € 2.000 e non si applica ancora alla Croazia per l’anno di bilancio 2018.

Anche se il settore agricolo ha affrontato situazioni critiche di quest’anno, ad esempio condizioni meteorologiche estreme durante l’estate, non è stato necessario utilizzare la riserva di crisi nel 2018.

Ulteriori misure di sostegno adottate per far fronte alla difficile situazione del mercato in alcuni settori sono stati finanziati dal bilancio disponibile della PAC.

I danni causati da condizioni meteorologiche avverse durante questa primavera e l’estate sono stati affrontati con altre misure disponibili per aiutare gli agricoltori a superare le conseguenze. Ciò include deroghe a determinate condizioni relative ai pagamenti per inverdimento e pagamenti anticipati più elevati per il 2019.

 

Importi disponibili per il rimborso degli stanziamenti riportati
Stato membro Importo €
Belgio 6 161 684
Bulgaria 9 587 009
Repubblica ceca 10 987 702
Danimarca 10 546 883
Germania 59 193 541
Estonia 1 447 227
Irlanda 13 388 758
Grecia 17 000 938
Spagna 56 644 658
Francia 89 984 293
Italia 37 174 980
Cipro 361 986
Lettonia 2 320 276
Lituania 4 395 876
Lussemburgo 414 189
Ungheria 15 304 215
Malta 35 723
Paesi Bassi 8 806 769
Austria 7 072 660
Polonia 25 830 473
Portogallo 6 760 101
Slovenia 930 229
Slovacchia 5 782 443
Finlandia 5 996 258
Svezia 8 136 646
Regno Unito 39 617 734

 

Fonte: www.terraevita.edagricole.it