‘Frantoi aperti’ in Umbria compie venti anni: 5 weekend insieme all’olio extravergine d’oliva

10 Ottobre 2017 Tagged under

Tra passeggiate, degustazioni e attività culturali, cuore dell’evento sarà il frantoio dove vivere l’esperienza della spremitura a contatto con i produttori

In Umbria l’autunno regala sempre grandi emozioni. Ma per scovarle bisogna senz’altro seguire la scia, il profumo e il sapore dell’olio. E per il ventennale di ‘Frantoi Aperti in Umbria’ l’occasione è più che ghiotta. Dal 28 ottobre al 26 novembre si terrà la 20/a edizione della manifestazione, un evento che valorizza l’Umbria rurale, i borghi ad alta vocazione olivicola, i produttori di olio e l’Olio Extravergine di Oliva Dop Umbria, proprio durante il periodo della frangitura delle olive.

Frantoi Aperti porterà, come ogni anno, nella nostra regione migliaia di appassionati gourmet per ben 5 weekend dedicati all’Olio Extravergine di Oliva (dal 28 ottobre al 1° novembre, 4-5 novembre, 11-12 novembre, 18-19 novembre e 25-26 novembre), durante i quali nei piccoli borghi medievali aderenti all’iniziativa sarà possibile degustare i tanti prodotti agroalimentari di qualità tra cui l’olio extravergine di oliva appena franto, partecipare a vere e proprie scuole di assaggio di olio, partecipare a visite guidate, a trekking tra gli ulivi, alla raccolta delle olive e a molte altre attività per grandi e piccini.

(...) Cuore dell’evento saranno gli oltre 30 Frantoi aderenti all’iniziativa, luoghi d’incontro e di socializzazione, collegati per l’occasione ai borghi aderenti da un servizio gratuito di navette. La visita ai frantoi consentirà al visitatore di respirarne appieno l’atmosfera, assistendo, grazie all’accoglienza e alla guida del frantoiano, alla spremitura delle olive,

(...) Per difendere e valorizzare le peculiarità di questa “Fascia Olivata”, sei comuni – Spoleto, Trevi, Assisi, Spello, Foligno e Campello sul Clitunno – che partecipano da anni ed anzi, sono promotori di Frantoi Aperti, si sono riuniti per muoversi, insieme, su varie direttive: l’iscrizione di questo paesaggio nel registro dei paesaggi rurali italiani con il Ministero dell’Agricoltura attraverso “le Città dell’Olio”, ormai in dirittura di arrivo. È stata richiesta poi l’iscrizione nei paesaggi alimentari FAO e già una delegazione internazionale ha visitato ed ha incoraggiato ad andare avanti, inoltre la fascia Olivata verrà proposta per la candidatura Unesco.

(...) Per maggiori informazioni su Frantoi Aperti e per i programmi di ogni città e frantoio aderente: www.frantoiaperti.net, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo., Tel. 0742 332269.

Fonte: www.umbria24.it