Filiera Olivicola Olearia Italiana

Olio Carapelli extra vergine a marchio FOOI e l’Arte nel mondo

E’ stata la prima azienda a proporre sul mercato italiano l’olio con il marchio FOOI (filiera olivicola olearia italiana) che prevede parametri più restrittivi rispetto alla normativa europea sia per tutelare ulteriormente la biodiversità italiana assicurata da oltre 500 cultivar di olive censite nelle aree di presenza dell’ulivo ma, anche, per valorizzare le produzioni “made in Italy” e tutelare il valore del lavoro degli operatori di tutta la filiera.

Le prime bottiglie di olio extra vergine d’oliva a marchio FOOI, Carapelli ha cominciato a consegnarli a ristoranti, negozi specializzati e grande distribuzione a fine maggio, con un nome molto appropriato, “Il Nobile”.

Quasi contestualmente alla decisione di proporre un olio prodotto secondo requisiti chimico-fisici più restrittivi di quelli europei pure per quanto riguarda i residui fitosanitari, la Casa olearia Carapelli Firenze, anche per ricordare i 125 anni della sua fondazione, lanciava il primo premio di arti visive “Carapelli for Art”. Che il 15 luglio, data ultima per aderire all’iniziativa a quello che è sembrato subito uno fra i concorsi più importanti d’Italia, è stata registrata la partecipazione di 577 artisti provenienti da 29 paesi nel mondo. …..

Fonte: www.newsfood.com