Pesce all’incontro Cno a Viterbo. Abbiamo il dovere di costruire una strategia competitiva

“Abbiamo il dovere di costruire una strategia competitiva per l’olivicoltura italiana che ha enormi potenzialita’ di sviluppo in termini economici, vista l’attenzione sempre crescente dei consumatori a prodotti sani e di qualita’, ambientali, grazie all’immenso patrimonio arboreo, e sociali con le migliaia di aziende olivicole che costituiscono la ricchezza del made in Italy”, ha detto la sottosegretario alle politiche agricole Alessandra Pesce, aprendo i lavori della tavola rotonda “+Europa, valore, opportunita’”, organizzata a Viterbo dal Consorzio Nazionale degli Olivicoltori.

“Abbiamo il dovere di portare l’olio sulla stessa strada del vino; dobbiamo ripartire da cio’ che ci chiede il mercato e dal valore dei nostri produttori, alle prese con numerose emergenze, quali la xylella, che abbiamo il dovere di affrontare con serieta’ e concretezza”, ha proseguito.

Per quanto riguarda la PAC Pesce ha detto che “il ministero ha preso a cuore il dossier e gia’ da lunedi’, durante il primo consiglio europeo agrifish, proporra’ di rafforzare le risorse del comparto agroalimentare, di puntare sulla semplificazione delle regole e delle procedure, e di riconoscere maggiore valore ad alcuni settori trainanti per l’economia italiana, tra cui l’olivicoltura”.

Fonte: www.agrapress.it