Riconoscimento del MIPAAF per il corto “Figli di madre terra”

Il sottosegretario Alessandra Pesce ha conferito un riconoscimento a Francesco Martinelli ed a Michele Pinto per avere interpretato e fotografato con efficacia e passione i sentimenti e le angosce degli olivicoltori pugliesi.

La proiezione del cortometraggio “Figli di madre terra” prodotto dal Teatro delle Molliche e patrocinato da Unapol e Lega Ambiente Puglia, ha aperto il convegno organizzato dal Cno Consorzio Nazionale degli Olivicoltori a Viterbo nel magnifico chiostro della Chiesa della Trinità, alla presenza del gotha dell’olivicoltura italiana, dei massimi rappresentanti del ministero delle Politiche Agricole, delle associazioni di categoria e della politica agricola italiana e comunitaria.

Il sottosegretario alle Politiche Agricole, Alessandra Pesce, ha conferito un riconoscimento a Martinelli, sceneggiatore ed interprete, e Michele Pinto, regista del corto, per aver interpretato e fotografato con straordinaria efficacia e passione i sentimenti e le angosce degli olivicoltori pugliesi per un problema che mina la loro stabilità e sicurezza, consegnando due targhe agli artisti.

Hanno mostrato commozione evidente coloro che hanno assistito alla proiezione, e ha espresso il proprio consenso Gennaro Sicolo, presidente del CNO che ha fortemente voluto la proiezione dell’opera filmica.

Fonte: www.coratolive.it