Sputacchina dell’olivo, insetticidi a confronto

La sperimentazione  di campo condotta nel triennio 2015-2017 in Salento ha permesso di valutare l’effi cacia di diversi insetticidi naturali e di sintesi nei confronti di Philaenus spumarius (sputacchina), principale vettore di Xylella fastidiosa dell’olivo.

Le prove hanno evidenziato elevato potere abbattente e persistenza per oltre due settimane di piretroidi (deltametrina e lambda cialotrina) e neonicotinoidi (imidacloprid, tiametoxam e acetamiprid). Interessanti risultati (prove in corso) sono stati ottenuti con applicazioni a calendario di caolino su piante sane esposte per 2 anni a infezioni naturali di xylella. Si ricorda che a oggi sono registrati 1 formulato a base di acetamiprid (Epik SL) e 3 formulati a base di deltametrina (Decis Evo, Decis Easy e Decis Protect EW).

“This work was partially funded by the Apulian Regional Project “Tapass» Technological Clusters and by the EU Horizon 2020-funded Projects “POnTE (Pest organisms threatening Europe, grant agreement n. 635646) and XF-Actors (Xylella fastidiosa active containment through a multidisciplinary-oriented research strategy, grant agreement n. 727987).”
di
Crescenza Dongiovanni, Giulio Fumarola, Michele Di Carolo, Daniele Tauro, Angelo Ciniero, Francesco Palmisano, Paola Pollastro, Giuseppe Altamura, Maria Rosa Silletti, Vincenzo Cavalieri