Articoli

Albero infetto da xylella sequestrato, Sicolo: “Valutiamo di rivolgerci a Mattarella”

A sette mesi di distanza dalle nostre denunce contro tutti i santoni che hanno rallentato il contrasto alla xylella con le loro follie non abbiamo notizie dalle Procure, mentre questa gentaglia presenta un esposto ed un minuto dopo la Magistratura mette i sigilli a piante e terreni rinviando l’eradicazione necessaria. Ma in che paese viviamo?Continua a leggere

Assemblea CIA: Gallinella, Saltamartini, Di Gioia, Sicolo, Chiuto e Monti parlano di xylella , burocrazia ed Agea

Il presidente della commissione agricoltura della Camera Filippo Gallinella, la presidente della commissione attivita’ produttive della Camera Barbara Saltamartini, l’assessore all’agricoltura della Puglia Leonardo DI GIOIA, il presidente di Italia olivicola Gennaro Sicolo, il sindaco di Cosenza Mario Chiuto e l’ad di Alce nero Massimo Monti hanno animato il secondo panel di discussione nel corso dell’assemblea nazionale Cia “il paese che vogliamo”. Continua a leggere

gennaro sicolo

Crollo della produzione olivicola. Bonasia (PD): “Preoccupato per gli effetti nefasti su famiglie e su tutto l’indotto”

“È un’annata difficile per tutti i produttori olivicoli e sono molto preoccupato per gli effetti nefasti di questa stagione sulle famiglie e su tutto l’indotto”.
Il consigliere comunale del Partito Democratico, Gaetano Bonasia, non usa giri di parole per illustrare la campagna olivicola di quest’anno.
Anche nella nostra città, così come in tutte le più importanti realtà olivicole pugliesi, la gelata ha prodotto un drastico calo della produzione.
A differenza, però, di Andria, Corato, Ruvo, dove molti frantoi e cooperative non hanno nemmeno aperto per la mancanza totale di prodotto, a Bitonto la riduzione si è aggirata su un -70%.C
“Penso si tratti davvero di una delle peggiori annate della storia – ha dichiarato Bonasia -. La politica ha il dovere, a partire dall’amministrazione comunale, di essere vicina agli operatori di questo fondamentale settore economico”.
“Grazie anche all’azione del Presidente di Italia Olivicola, Gennaro Sicolo, stiamo cercando di ottenere una deroga alla legge finanziaria per il ristoro dei danni subiti dagli olivicoltori in seguito alla gelata”, ha concluso Bonasia.

Olio italiano ridotto al lumicino

I big delocalizzano. La Spagna produce 10 volte l’Italia Continua a leggere

gennaro sicolo

Il dramma: campagna olivicola finita con 2 mesi di anticipo, 1 milione di giornate lavorative perse

Frantoi chiusi, oleifici cooperativi completamente inoperosi, prodotto che scarseggia ed oltre un milione di giornate lavorative andate in fumo. Continua a leggere

Italia Olivicola protagonista a Londra per la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

Promuovere la Dieta Mediterranea ed il valore dell’olio extravergine d’oliva italiano, eccellenza riconosciuta dalla comunità scientifica mondiale, attraverso innumerevoli ed approfonditi studi, come antidoto naturale in grado di combattere numerose e serie patologie. Continua a leggere

Potenziamento del panel test, Assitol guida la task force

Al via in Assitol, Associazione Italiana dell’Industria Olearia aderente a Federalimentare e Confindustria, la task force per il sistema di analisi sui composti volatili dell’olio extravergine. Le aziende associate che ne fanno parte intendono sperimentare questo innovativo strumento di controllo nella loro attività quotidiana, con l’obiettivo di affiancarlo all’attuale metodo di analisi sensoriale. Continua a leggere

Duecento olivicoltori di Bitonto dal Papa per la nascita di Italia Olivicola

La nascita di ITALIA OLIVICOLA, la nuova e prima organizzazione italiana dell’olivicoltura, è stata prima di tutto una grande festa di popolo. Più di 1500, infatti, sono stati gli olivicoltori giunti a Roma provenienti da 15 regioni d’Italia.
Tra questi quasi duecento i produttori bitontini soci della cooperativa Produttori Olivicoli e della cooperativa Cima di Bitonto.

Continua a leggere

Italia Olivicola. La denuncia: la vera invasione che distrugge l’extravergine italiano è quella degli oli deodorati

La vera invasione su cui siamo chiamati ad unirci e a combattere, è quella degli oli deodorati sugli scaffali. Diciamolo chiaramente, senza se e senza ma: tutti gli oli venduti a meno di 4 euro o non sono extravergine o lo sono diventato solo attraverso manipolazioni”. Continua a leggere