Articoli

Italia e Spagna olivicolo-olearia devono rispettare le differenze culturali e colturali

Nel corso di un animato dibattito a Mercato Mediterraneo si sono confrontate visioni diverse dell’olivicoltura e anche modelli cultural-colturali differenti.

Uscendo da una logica di braccio di ferro, è possibile riconoscere l’esistenza di una diarchia?

Continua a leggere

Basta personalismi! E’ ora di pensare agli olivicoltori

Questa un’annata disastrosa è profondamente diversa da quella del 2014. Dal pericolo che la legge Salvaolio venga svuotata fino alle spaccature della filiera. Una Colomba Mongiello senza peli sulla lingua che ne ha per tutti, anche sulle prese di distanze dal Piano olivicolo nazionale: “il tavolo di filiera è stato consultato per la suddivisione dei fondi presso il Ministero”. Pubblichiamo la lettera indirizzata al Direttore di Teatro Naturale.

Continua a leggere

Raccolta degli oliveti ad alta densità, un approfondimento ad Ancona

Il 29 ottobre un appuntamento per comprendere le potenzialità e i rischi del superintensivo all’italiana, con varietà nazionali e locali che possano adattarsi alla coltivazione in alta densità. Dalla gestione della potatura alla raccolta, gli studi in campo

Continua a leggere

Pesce all’incontro Cno a Viterbo. Abbiamo il dovere di costruire una strategia competitiva

“Abbiamo il dovere di costruire una strategia competitiva per l’olivicoltura italiana che ha enormi potenzialita’ di sviluppo in termini economici, vista l’attenzione sempre crescente dei consumatori a prodotti sani e di qualita’, ambientali, grazie all’immenso patrimonio arboreo, e sociali con le migliaia di aziende olivicole che costituiscono la ricchezza del made in Italy”, ha detto la sottosegretario alle politiche agricole Alessandra Pesce, aprendo i lavori della tavola rotonda “+Europa, valore, opportunita’”, organizzata a Viterbo dal Consorzio Nazionale degli Olivicoltori. Continua a leggere