Articoli

Maggio, tempo del primo trattamento insetticida su olivo contro i vettori di Xylella

Maggio è il mese del primo trattamento insetticida per il controllo degli adulti dei tre vettori finora accertati (Philaenus spumarius, Philaenus italosignus, Neophilaenus campestris) del batterio Xylella fastidiosa subsp. pauca genotipo ST53.

5° Comunicato sul monitoraggio dei vettori di Xylella

Lo ricorda il 5° comunicato della Sezione Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia del 6 maggio u.s. (disponibile su www.emergenzaxylella.it), il quale, sulla base dei dati ricavati dal quinto ciclo di rilievi effettuati dal Centro di ricerca, sperimentazione e formazione in agricoltura (Crsfa) “Basile Caramia” di Locorotondo (Ba), alla data del 30 aprile, informa che “in tutta la zona infetta e nelle aree costiere fino a 150 m slm, si raccomanda di programmare tempestivamente un trattamento insetticida su olivo con prodotti autorizzati, al fine di abbattere la popolazione di adulti in fase di migrazione dalle infestanti alle chiome di olivo, prima che possano divenire infettivi”.

Il 5° comunicato della Sezione Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia raccomanda di programmare tempestivamente il primo trattamento insetticida su olivo in tutta la zona infetta e nelle aree costiere fino a 150 m slm.

Ai sensi della Decisione UE/789/2015, del D.Lgs 214/05 e della DGR 1890/2018, il controllo chimico degli adulti dei vettori deve essere effettuato con due trattamenti insetticidi nel periodo maggio-giugno con principi attivi registrati (acetamiprid e deltametrina). I due trattamenti sono obbligatori nella zona cuscinetto e nella zona contenimento, mentre sono raccomandati nella zona infetta propriamente detta e nella zona indenne. I trattamenti fitosanitari devono essere effettuati da personale qualificato in possesso del certificato di abilitazione all’acquisto e all’utilizzo di prodotti fitosanitari (patentino), i quali devono rispettare quanto riportato in etichetta.

 

Fonte: www.terraevita.edagricole.it

Xylella: aggiornamento delle aree delimitate in Puglia

Con la determinazione del Dirigente Sezione Osservatorio Fitosanitario 16 gennaio 2019, n. 3 si ha un aggiornamento delle aree delimitate alla Xylella fastidiosa sottospecie Pauca ST53 di cui alla DDS 674/2018. Continua a leggere

DGR Puglia 1890/2018: Azioni di contrasto alla diffusione di xylella fastidiosa

Pubblichiamo il link per accedere alla completa lettura della D.G.R. n.1890 del 24/10/2018:  “Azioni di contrasto alla diffusione della Xylella Fastidiosa per il 2018-2019, in applicazione della decisione di esecuzione (UE) 789/2015 e s.m.i.

 

DGR_1890_Approvazioni_azioni_di_contrasto_alla_xylella_2018_2019

 

Fonte: www.emergenzaxylella.it

Non scienza ma fantascienza: ad Ostuni la presentazione di un metodo innovativo per combattere la Xylella

Un metodo innovativo per combattere la Xylella, il batterio responsabile di gravi danni agli ulivi di Puglia, è stato presentato ieri 25 settembre alle 17 nella Biblioteca Comunale di Ostuni.

Continua a leggere

Xylella: in vigore la nuova delimitazione in Puglia della zona infetta, di contenimento e cuscinetto

In recepimento della Decisione di esecuzione UE 2018/927 del 27 Giugno scorso, che aveva spostato verso nord i confini pugliesi della zona infetta da Xylella, l’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia ha provveduto, con Atto Dirigenziale n. 674 del 9 Agosto 2018, pubblicato sul BURP n°110 del 23/08/2018, ad aggiornare la delimitazione della “zona cuscinetto”, della “zona di contenimento” e della “zona infetta” con l’elenco dei comuni e dei fogli di mappa catastali interessati dalla nuova delimitazione.

Continua a leggere

Xylella: Comagri della Camera delibera un’indagine conoscitiva

La Commissione agricoltura della Camera ha deliberato di svolgere una indagine conoscitiva sull’emergenza legata alla diffusione della xylella fastidiosa in  Puglia, che dovra’ concludersi entro quest’anno.

Continua a leggere

Xylella e la fabbrica delle insinuazioni

Sebbene sia vero che ogni posizione scientifica può essere rivista alla luce di nuove evidenze, gli scienziati non possono e non devono essere chiamati continuamente a rispondere su cose che già hanno trovato risposta, senza che fatti nuovi costringano a riesaminare una data questione.

Continua a leggere

Fake news? Frutto di disinformazione pericolosa

Contro le fake news sulla xylella, criticate e combattute anche dal ministro delle politiche agricole, Gian Marco Centinaio, si registra la presa di posizione della Società Italiana di Patologia Vegetale tramite una lettera al Corriere della Sera firmata dalla sua presidente, Maria Lodovica Gullino

Continua a leggere

Xylella, Ferro: “Ci vuole cautela per non rischiare, oltre al danno, la beffa”

Bene la proposta dei degli europarlamentari salentini Fitto e De Castro sul piano di rilancio anti xylella, ma esso presenta dei limiti. Lo sostiene l’accademico dei georgofili Giuseppe Ferro, facendo presente che, per attuarlo, bisogna cambiare tutto, tutto il sistema olivicolo salentino e che questo comporta avere le giuste basi e sopportare costi altissimi.

Continua a leggere

Monitoraggio e controllo dei vettori di Xylella

Appartengono tutti alla stessa famiglia i vettori del batterio sinora individuati. La sputacchina dei prati rimane il bersaglio principale delle misure di controllo, con strategie differenziate per le diverse aree, delimitate o meno.

Continua a leggere