Un’ennesima beffa agli olivicoltori salentini

Si consuma l’ulteriore beffa ai danni degli olivicoltori salentini, è scritta nero su bianco ed ha la firma di Giuseppe Tedeschi, dirigente dell’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia, ed è stat indirizzata al Ministero delle Politiche agricole, al Comando regionale dei Carabinieri Forestali ed all’ANCI Puglia.

Adesso si discute sulle modalità di smaltimento della legna riveniente dall’eradicazione di ulivi infetti da xylella. Si teorizza di circa dieci milioni di tonnellate di legna d’ulivo.

Con le prescrizioni si entra nella fantascienza.

Dal mese di novembre alla fine del mese di marzo, ovvero in assenza del vettore ‘sputacchina’, la legna potrà essere portata anche fuori dall’area infetta ma con la seguente procedura: la vegetazione dev’essere bruciata, laddove sia consentito dalle norme, ed il tronco depezzato e lasciato a seccare per almeno 15 giorni.

Dal primo marzo al 31 ottobre cambia tutto. Ecco la procedura: prima di essere estirpato, l’ulivo dev’essere soggetto a trattamento fitosanitario, quindi privato della vegetazione che andrà immediatamente bruciata in loco ed i tronchi, fatti a pezzi, dovranno essere messi a seccare in un’area idonea priva di vegetazione che possa ospitare il vettore.

Inoltre, sia che la legna debba essere movimentata all’interno dell’area infetta sia che lo debba essere all’esterno di essa, si dovrà dare comunicazione, via PEC, a Carabinieri forestali, ai Vigili Urbani, all’Osservatorio Fitosanitario della data di inizio delle movimentazioni – comunque entro le 48 ore dall’invio della comunicazione – con le generalità del proprietario, agro-foglio-particella catastale, nominativo dell’incaricato al trasporto, luogo di destinazione della legna e generalità del ricevente ed il percorso stradale o ferroviario che sarà interessato. Infine, la legna dovrà essere coperta da una rete antiafide fissata al cassone del camion o del carromerci.

Questo per semplificare la burocrazia. Quella già in essere doveva essere insufficiente…..