Xylella: archiviata indagine. Chi pagherà danni?

“Siamo dalla parte della scienza e della ricerca e siamo contenti che si sia chiusa questa triste pagina per tanta brava gente che da sempre ha cercato di lottare contro il batterio, anche quando tutti lo consideravano come un problema di scarsa entità”.

È il commento di Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce dei gilet arancioni, all’archiviazione dell’inchiesta della Procura di Lecce sulla diffusione volontaria della xylella, il batterio che sta essiccando gli ulivi in Puglia. Gli indagati erano dieci.

“Sono contento per i ricercatori, sono contento anche per quel galantuomo del generale Silletti, messo nel mirino perchè ha provato a far applicare semplicemente la legge per cercare di salvare i nostri ulivi – aggiunge -. Mezza Puglia adesso è distrutta: aspettiamo che qualche magistrato, buona parte della politica, i santoni, i negazionisti paghino di tasca propria per la diffusione di questa epidemia devastante per i nostri alberi e per la nostra economia”.

“Chi pagherà i danni subiti da migliaia di aziende anche a causa di queste indagini infinite e inutili? Chi restituirà il nostro patrimonio olivicolo agli agricoltori veri e alle future generazioni?”. È quanto si chiede Gennaro Sicolo di “Italia Olivicola” dopo l’archiviazione dell’inchiesta della Procura di Lecce sulla diffusione volontaria del batterio killer degli ulivi da parte dei dieci indagati.

“Sulla coscienza di tanti graverà il peso di aver distrutto, attraverso le azioni compiute in tanti campi, un territorio straordinario e l’economia più bella e fiorente del Salento e della Puglia”, aggiunge Sicolo.

E conclude: “Invece di perseguire le fake news e i negazionisti che hanno distrutto l’olivicoltura salentina si è perso tempo prezioso per cercare colpevoli inesistenti tra la gente perbene, tra i ricercatori scientifici che in prima linea da sempre hanno provato a dare risposte al mondo della produzione vera, tra coloro che hanno cercato di porre un argine all’avanzata della xylella”.

Fonte: www.improntalaquila.com