Xylella, Cia chiede le dimissioni dei 97 sindaci della provincia di Lecce: “Serve segnale-shock”

Una proposta estrema per dare un segnale alle istituzioni: le dimissioni di tutti i sindaci della provincia di Lecce. E’ quanto chiede la CIA Agricoltori italiani della Puglia che ieri ha partecipato al sit-in del coordinamento di Agrinsieme (oltre alla CIA, anche Confagricoltura, Copagri, e Alleanza delle cooperative per l’Agroalimentare) davanti alla Provincia di Lecce in occasione del vertice dei sindaci per affrontare l’emergenza.
‘Il risultato acquisito con il Decreto emergenze è importante, ma è solo il primo passo da compiere verso la concertazione, l’elaborazione e la messa in campo di un programma di azioni ed un piano di investimenti pluriennali per centrare due obiettivi: da un lato, contrastare l’avanzata di xylella; dall’altro, fermare l’emorragia produttiva del settore olivicolo nelle provincie più colpite dal batterio, quelle di Lecce, Brindisi e Taranto’ sono le dichiarazioni di Benedetto Accogli, presidente provinciale di CIA Lecce.