Xylella: Cia, semplificare le procedure e rilanciare l’area. Le proposte al tavolo tecnico istituito al Mipaaft

Semplificare le procedure di espianto delle piante e rilanciare l’area compromessa dalla Xylella, sono le due priorita’ sulle quali occorre lavorare per contrastare la malattia. E’ quanto ha sostenuto la Cia Agricoltori italiani, nell’ambito della prima audizione che si e’ tenuta nel Tavolo tecnico Xylella attivato presso il Mipaaft per l’elaborazione di un Piano

“Apprezziamo che le Organizzazioni agricole professionali siano state convocate a livello nazionale su un tema che coinvolge non solo la produzione pugliese ma il comparto agricolo nel suo complesso – ha precisato la Cia – perche’ solo con un disegno unitario e coordinato sara’ possibile far fronte seriamente all’avanzata del batterio e alla ripresa economica”.

Nell’incontro, fa sapere la Cia, si e’ discusso anche di misure per il ripristino della produzione, di interventi di ristoro dei danni subiti dalle imprese e soprattutto del rilancio produttivo dell’area danneggiata. Servono poi un coordinamento finanziario e nella pianificazione per espianti, degli indennizzi a sostegno agli impianti anche in un’ottica della diversificazione. Occorre soprattutto preservare il sostegno accoppiato negli ulivi malati per non disincentivare l’estirpazione; fondamentale, infine, e’ il sostegno per le misure fitosanitarie a carico degli agricoltori e la tutela degli olivi di valore storico.

Fonte: www.ansa.it