Xylella, di Gioia su impegni Ministro Centinaio e riunione pre CIPE

“Una buona notizia dal CIPE, il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, che nel corso della riunione preparatoria, ha dato il via libera alla proposta del Ministro Centinaio, che verrà votata il prossimo 29 novembre, per una prima erogazione di 30 milioni di euro per l’anno 2018 a sostegno degli investimenti strutturali per gli agricoltori danneggiati dalla Xylella fastidiosa”.

Lo ha detto l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia, all’esito dell’audizione del ministro Centinaio in Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Alla riunione pre-CIPE hanno partecipato insieme al ministro del Mipaaft Gian Marco Centinaio, i rappresentanti del Ministro per Il Sud, Barbara Lezzi, e dell’Economia.

“La proposta è un segnale importante – ha commentato di Gioia – da parte del ministro che ha dato seguito agli impegni assunti già da tempo per sostenere il nostro comparto agricolo vessato dalla fitopatia e fronteggiare la sua avanzata. L’utilizzo delle risorse sarà stabilito di concerto con il Governo nazionale e la Regione Puglia, anche rispetto all’idea di inserirli nella Misura 5 del PSR, dedicata al ripristino produttivo dei terreni danneggiati”.

“Trattasi di risorse aggiuntive rispetto a quelle erogate negli anni precedenti per le calamità e ciò dimostra l’attenzione verso la nostra Regione. Inoltre, a breve, così come annunciato, il ministro Centinaio emanerà un decreto per facilitare i tagli e nei prossimi giorni verrà presentato un piano operativo, stilato a quattro mani da Regione Puglia e Governo, per la gestione, controllo, contenimento della batteriosi, nonché per il ripristino del potenziale produttivo danneggiato, anche attraverso i reimpianti di specie resistenti”.

“L’attenzione è massima, così come abbiamo ribadito nel corso dell’audizione in commissione parlamentare d’inchiesta sulla Xylella fastidiosa. Servono risorse e, come abbiamo già proposto, auspichiamo che il Governo possa farsi anche portavoce con Bruxelles nella scrittura del prossimo PSR perché si riservino risorse specifiche per sostenere quei territori che hanno subito gravi e durature fitopatie com’è accaduto per la nostra regione con la Xylella”.

 

Fonte: www.regionepuglia.it