A.P.OL. Lecce: bollettino fitopatologico n. 4

A.P.OL. Lecce comunica il quarto bollettino fitopatologico.

Stato fenologico: indurimento nocciolo
Risultati del monitoraggio di Tignola – Prays oleae
Soglia d’intervento 10%
Pianura Lecce nord : 1,19%
Pianura salentina centro sud : 1,95%
Collina litoranea brindisina : 2,10%
Pianura di Taranto : 1,20%
Suggerimenti fitosanitari
L’infestazione di Tignola (Prays oleae) riscontrata a seguito del nostro monitoraggio settimanale è ulteriormente in diminuzione e ampiamente sotto la soglia d’intervento. Peraltro si rileva che, ad eccezione di casi particolari, ci troviamo ormai nella fase iniziale di indurimento nocciolo. Non si consiglia pertanto alcun trattamento fitosanitario.
Permane invece la presenza di infestazione attiva di Mosca (Bractocera oleae) in molte zone del comprensorio ed esclusivamente sulle varietà a drupa grossa, con percentuali che superano in molti casi il 10% delle olivette attaccate; le varietà tradizionali a drupa piccola risultano invece al momento ancora indenni.
Esclusivamente sulle varietà a drupa grossa e per chi non abbia già effettuato il trattamento, si consiglia pertanto un intervento chimico utilizzando, anche per chi non sia in regime di agricoltura biologica, tecniche e/o prodotti ecocompatibili come l’uso di spinosad, piretrine, ecc. In alternativa, in regime di lotta integrata, prodotti a base di Dimethoato, Imidacloprid, Fosmet.
Di estrema rilevanza risulta anche la presenza, su molti campi di osservazione, di rinchite (Rhinchites cribripennis).