A.P.OL. Lecce. Bollettino fitosanitario n. 11 monitoraggio mosca olearia

Stadio fenologico: invaiatura. Dai dati emersi dal nostro monitoraggio settimanale il grado d’infestazione della mosca dell’olivo (bactrocera oleae) è in aumento su tutte le varietà; in particolare:

– Il numero di catture di adulti sulle trappole cromotropiche con feromone rimane ancora nel complesso non particolarmente elevato su tutte le varietà e su tutto il comprensorio;

– La percentuale di olive a drupa piccola attaccate (cellina di nardò e ogliarola salentina) è in ulteriore aumento rispetto alla precedente settimana con valori che in molti casi raggiungono la soglia d’intervento (10%), principalmente su oliveti ubicati in zone costiere, umide o irrigui;
– Su oliveti a drupa grossa si conferma un’infestazione attiva elevata con percentuali che superano 10% delle olive attaccate.

Sulla base dei suddetti risultati riscontrati si consiglia di:
– Intervenire qualora non si abbia già trattato nelle due-tre settimane precedenti, sia su oliveti a drupa piccola, in particolare se ubicati in zone costiere, umide o irrigui, che su oliveti di varietà a drupa grossa, utilizzando, in regime di agricoltura biologica, tecniche e/o prodotti ecocompatibili.

In alternativa, in regime di lotta integrata, prodotti a base di Dimethoato, Fosmet, Acetamiprid prestando attenzione al numero massimo di trattamenti per singolo principio attivo secondo quanto disposto dalle norme di difesa integrata.