AGEA: audizione alla Camera del direttore Papa Pagliardini

Il direttore di Agea Gabriele Papa Pagliardini è stato ascoltato in Commissione agricoltura della camera, per una audizione sulla situazione dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura.

iI direttore ha affrontato una molteplicità di questioni, molte di carattere strutturale come quella inerente lo stato non performante del sistema informatico, risalente – ha precisato – agli anni 80 del secolo scorso – e le ricadute che questa situazione produce sui pagamenti. A questo riguardo il direttore non ha potuto che ribadire i ritardi con cui consip procede all’aggiudicazione della gara per l’appalto per la gestione del Sian ……

Il direttore ha informato che Consip  ha fatto sapere che la gara per gestione del Sian potrebbe essere aggiudicata in terzo trimestre 2018.

Pagliardini, replicando ad alcuni deputati che hanno sollevato la questione, ha parlato della consistente correzione finanziaria chiesta dall’Unione Europea, specificando che questa, per ora, non esiste se non come richiesta derivante da un controllo sulla iniziale applicazione del regime PAC in vigore; che sono in corso contatti e che, in sede di conciliazione, le ingenti richieste potrebbero essere notevolmente ridotte se non annullate, come avvenuto in altri casi.

Il direttore di Agea ha spiegato che le osservazioni e le relative richieste della commissione che hanno portato alla richiesta di rettifica si riferiscono a scelte dello stato italiano in ordine, ad esempio,  alla definizione di agricoltore attivo (su cui l’italia mantiene il punto, ha detto)  e coinvolgono tutti gli organismi pagatori e non solo Agea.

Per quanto riguarda i pagamenti il direttore ha reso noto che nel 2018 sono stati erogati 700 milioni di euro pari a tutto quello che e’ stato pagato nel 2017, il che, ha sottolineato, indica una progressione positiva. inoltre Pagliardini ha reso noto che è stata completata la procedura per la domanda grafica  che facilita i meccanismi di erogazione.

A suo giudizio, in ogni caso, e’ necessaria una semplificazione delle regole di pagamento ….

Fonte: www.agrapress.it