commissione agricola parlamento europeo

Bayer-Monsanto, da Ue sì condizionato a fusione

L’Europa chiede misure per 6 mld a garanzia concorrenza su fitofarmaci e sementi

Arriva il via libera dell’Ue alla fusione da 66 miliardi tra Bayer e Monsanto, ma condizionato a paletti ben precisi. Per ottenere l’ok definitivo di Bruxelles, il gruppo tedesco dovrà cedere attività per 6 miliardi in particolare nel settore delle sementi.

Come ha spiegato il commissario europeo alla Concorrenza Margrethe Vestager, riportato da Ansa Terra&Gusto, la Ue approva l’acquisizione di Monsanto da parte di Bayer, a condizione che si attuino “gli ampi rimedi” proposti per eliminare i dubbi dell’Europa sulle sovrapposizioni in ambito di fitofarmaci, sementi e agricoltura digitale.

“La nostra decisione riflette la necessità di mantenere un sano mercato competitivo” assicurando che “ci sarà concorrenza efficace e innovazione” in questi tre settori, ha spiegato Vestager. Con la decisione europea, la fusione tra le due società ha ottenuto il via libera da 30 autorità nazionali, la metà di quelle necessarie.

Fonte: www.cia.it