Campagna olivicola 2019, in Liguria più ombre che luci

In questi giorni, che precedono l’inizio della campagna di raccolta delle olive in tutta la Liguria, con una previsione di “start” a metà ottobre più o meno ovunque, emergono forti le preoccupazioni generali di un’annata decisamente negativa in quantità e qualità.

Confagricoltura Liguria – in una sua nota – precisa che “certamente l’annata si annuncia ‘di scarica’ ma con forti differenze tra areale ed areale e, soprattutto, evidenzia una forte differenza di ‘approccio’ tra i professionisti e gli hobbisti del settore”.

“La campagna – precisa Armando Schiffini, referente ligure per l’olivicoltura in Confagricoltura – si annuncia scarsa anche in considerazione del clima ‘avverso’ di questa estate che ha portato al proliferamento della mosca olearia con attacchi massimi da almeno un mese e mezzo.  Certamente – prosegue Schiffini – abbiamo una diffusione del problema a macchia di leopardo, con zone maggiormente colpite rispetto ad altre”.

Secondo Confagricoltura Liguria, e le analisi del proprio Centro Studi, il problema è certamente più diffuso tra i cosiddetti “hobbisti” che rappresentano circa il 50 % della produzione olivicola ligure e che, va ricordato, hanno un ruolo primario di tutela del territorio.

Fonte: www.savonanews.it