Carburante per uso agricolo agevolato: non c’è obbligo di anticipo fatturazione

L’Agenzia delle Entrate in risposta all’interpello ordinario del sindaco di Palagiano, Francesco Carucci, ha pubblicato la risposta n.13 del 27 settembre 2018I produttori agricoli il cui reddito non viene detrminato dalla differenza tra i ricavi realizzati ed i costi sostenuti ma dalla semplice rivalutazione del reddito agrario catastale dei terreni coltivati e che, ai fini IVA, nulla detraggono rientrando nel cosiddetto “regime speciale” in base al quale l’IVA viene del tutto azzerata, possono continuare ad effettuare il pagamento in contanti del carburante agricolo agevolato, per importi inferiori alla soglia dei tremila euro.

Fonte: www.lagazzettadelmezzogiorno.it