Il panel test per l’olio d’oliva deve essere messo in condizione di non nuocere

Nel corso di un convegno organizzato da elEconomista, noto giornale economico iberico, la filiera olivicolo-olearia spagnola si è scagliata nuovamente contro il panel test. Si muove anche l’Interprofessione che vuole un metodo “non vincolante” Continua a leggere

A.P.OL. Lecce: Bollettino fitopatologico n.2

I dati emersi dal monitoraggio di questa settimana allo stadio dell’accrescimento delle drupe sulle trappole cromotropiche attivate con feromone ed installate sui nostri campi di osservazione, evidenziano un considerevole aumento di adulti di tignola (Prays oleae).
Dall’attività di campionamento e analisi delle olivette emerge che anche l’attività ovideponente dell’insetto risulta in crescita, sebbene ad oggi in media ancora al di sotto della soglia d’intervento (10 % delle olive attaccate): da 3,56% a 3,80%.
In considerazione dei dati riscontrati, si consiglia massima attenzione sull’evoluzione
dell’infestazione al fine di effettuare un eventuale trattamento fitosanitario.
Così come segnalato nel precedente bollettino si rileva la presenza diffusa di occhio di pavone, cercosporiosi e lebbra.

E’ italiano solo il prodotto agroalimentare coltivato, lavorato e confezionato in Italia

Un progetto di legge in esame al Senato vuole impegnare a limitare l’Italian sounding e favorire diciture sulle etichette come “realizzato interamente in Italia” o “100 per cento made in Italy” o “100 per cento italiano” o “tutto italiano”, modificando l’articolo 4 della legge n. 4 del 2011


La norma mirante a tutelare la qualità dei prodotti agricoli e agroalimentari attraverso una completa e corretta informazione in etichetta al consumatore sulla qualità della materia prima, la provenienza di un alimento e le sue modalità di trasformazione, non ha trovato concreta applicazione.

Ciò in quanto non sono stati ancora emanati i decreti di attuazione del Ministro delle politiche agricole e del Ministro dello sviluppo economico previsti dai commi 3 e 4 dello stesso articolo 4 nella sua formulazione originaria e che avrebbero dovuto specificare le effettive modalità di indicazione del luogo di origine o di provenienza dei prodotti alimentari commercializzati e dell’eventuale utilizzo di ingredienti in cui vi sia presenza di organismi geneticamente modificati (OGM).

Per tale ragione il disegno di legge, attualmente in esame alla Commissione agricoltura del Senato, composto di un solo articolo, modificando l’articolo 4 della legge n. 4 del 2011, dispone un termine certo di sessanta giorni per l’emanazione dei decreti attuativi, anche ai sensi del regolamento (UE) n. 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori.

Fonte: www.teatronaturale.it

Un olivo autoctono, l’Olivone di Montebenichi, all’Accademia dei Georgofili

Il 6 dicembre a Firenze la presentazione del progetto Olionostrum, per andare oltre la ricerca e pensare alla biodiversità come un percorso virtuoso di business e cultura

Continua a leggere

Xylella, cresce la paura nel Barese

Il batterio è ormai alle porte e fra gli agricoltori sale il timore che si ripeta la devastazione del Salento. Le preoccupazioni riguardano non solo l’olivo, ma anche il ciliegio e il mandorlo e l’importante tessuto vivaistico del territorio

Continua a leggere

Metà della produzione di olio del Salento bruciata dalla Xylella

Parte il terzo monitoraggio sul batterio killer, ne dà comunicazione l’Arif Puglia. Riguarderà zona di contenimento, zona cuscinetto e zona indenne. E nella zona infetta si prevede un calo del 50% della produzione di olive e olio di oliva

Continua a leggere

commissione agricola parlamento europeo

Rame sì, glifosato no: i pregiudizi dell’Europarlamento

Lo scorso gennaio l’EuroParlamento, dopo il rinnovo per l’autorizzazione del glifosate per altri 5 anni, aveva nominato una “Commissione speciale sui pesticidi” per vigilare sui criteri di autorizzazione delle sostanze attive. Una sorta di superdirettorio per vigilare sull’azione dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), organismo scientifico con potere consultivo su questo argomento. Continua a leggere

xylella

Xylella, le tesi complottiste tornano in Senato

Alcuni senatori chiedono il blocco del Decreto Martina per il controllo del vettore di Xylella fastidiosa, ma le argomentazioni a sostegno sono false o controverse

Continua a leggere

puglia

Lettera dell’Assessorato Risorse agroalimentari della Regione Puglia

L’Assessorato Risorse Agroalimentari, Agricoltura, Alimentazione, Riforma Fondiaria, Caccia e Pesca, Foresteinvia una lettera ai richiedenti l’aiuto.

Continua a leggere