Futuro post-Xylella, domani a Oria un seminario con agronomi, politici ed universitari

“FS17: una prospettiva…Favolosa?” è il titolo del seminario in programma per domani 21 febbraio, alle ore 16.00, nell’Aula Consiliare del Comune di Oria (via Epitaffio, n.1).

L’incontro, promosso dall’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Provincia di Brindisi, dall’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, dall’Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori e dalla Città di Oria, approfondirà esperienze e condividerà pareri per un futuro post-Xylella fastidiosa del territorio e dell’olivicoltura nella provincia di Brindisi.

Gli interventi saranno moderati da Francesco Morleo (responsabile UNSIC della sede di Oria).

La serata sarà aperta dai saluti di Maria Carone (sindaco di Oria); Antonio Greco (direttore CAA UNSIC s.r.l.); Alessandro Colucci (presidente Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Brindisi); Adriano Abate (direttore Provinciale Confagricoltura di Brindisi); Enrico Pignatelli (presidente Circolo ACLI “Sant’Annibale Maria Di Francia” di Oria).

Seguiranno le relazioni su

“La gestione del disseccamento rapido dell’olivo: stato attuale e prospettive” (Franco Nigro, Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” – Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti; vice-presidente Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Brindisi);

“Resistenza a Xylella fastidiosa in olivo: esperienze di campo e laboratorio” (Pasquale Saldarelli, Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante, Consiglio Nazionale delle Ricerche);

“La FS17: caratteristiche salienti ed aspetti della produzione vivaistica” (Giacomo Carreras, presidente Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Bari);

“Esperienze pluriennali di gestione di impianti tradizionali e intensivi della varietà Favolosa” (Nicola Ruggiero, presidente Consorzio Oliveti d’Italia S.C.p.A.);

“Il reinnesto dell’olivo con varietà resistenti al disseccamento rapido: stato attuale e prospettive” (Giovanni Melcarne, presidente del Consorzio dei Produttori Olio DOP Terra d’Otranto);

“Comportamento varietale e qualità dell’olio” (Angela Canale, Capo Panel, esperta del settore olivicolo-oleario).

Il seminario si chiuderà con l’intervento

“La prova scientifica, la decisione e il diritto” – in programma alle ore 19.30 – del Consigliere regionale Fabiano Amati.

 

Fonte: www.pugliain.net