Il maltempo rovina il settore olivicoltura: -55% di produzione

Stagione disastrosa per l’olivicoltura anche nel Lazio, a pochi giorni dalla conclusione della campagna olearia attualmente in corso.

Nella regione si registra un calo medio di circa il 45% della produzione, provocato principalmente dalle gelate di febbraio che hanno compromesso migliaia di ulivi e dal maltempo dell’ultimo mese.

Grandinate e bombe d’acqua, infatti, hanno ulteriormente danneggiato le olive, soprattutto in aree vocate come la Sabina e la provincia di Latina. Maltempo che ha aggravato un bilancio che, secondo le stime di ottobre, all’inizio della raccolta, era già molto negativo. Nel dettaglio, le situazioni più critiche riguardano le Province di Rieti e Latina dove la diminuzione si aggira intorno al 55% della produzione.

Brusco calo anche a Frosinone (52%) e Roma (41%), soprattutto nell’area dei Castelli romani. Nella provincia di Viterbo, invece, molte zone sono state duramente colpite mentre altre non hanno risentito degli eventi atmosferici estremi e addirittura hanno fatto registrare un aumento significativo della produzione, ad esempio nell’area di Canino.

Fonte: www.latina24ore.it