In una panetteria di Brooklyn, l’olio d’oliva alla spina aiuta a perdere la plastica

In un ristorante italiano e un panificio nel quartiere di Bedford-Stuyvesant, nel centro di Brooklyn, gli oli di oliva in scatola e in bottiglia vengono eliminati per un’esperienza alla spina

Saraghina fornisce ai negozianti una bottiglia di vetro di colore verde che poi si riempiono e si riempiono di olio d’oliva italiano. Rinunciando ai contenitori monouso, l’olio d’oliva di Saraghina non è solo sostenibile ee ecologico, ma promuove una lealtà locale intorno all’olio ed al punto in cui i Brooklyniti lo ottengono.

Otteniamo i nostri oli d’oliva in scatole da cinque litri che utilizziamo per riempire i fusti che i nostri clienti possono quindi utilizzare per riempire le proprie bottiglie”, ha detto Anne Hoberg, responsabile della pasticceria Saraghina sin dalla sua apertura all’inizio di 2014.

Ciò che inizialmente ha spinto Hoberg a optare per gli oli di oliva alla spina non è stata necessariamente la riduzione dell’impronta ecologica di Saraghina, ma l’offerta di oli di oliva premium a un prezzo ridotto, circa $ 18 per i millilitri 750.

“È molto più facile per il produttore imballare il suo olio d’oliva in una scatola che in bottiglie confezionate singolarmente”, ha detto Hoberg. “Può abbassare il prezzo di oltre il 50 percento.”

Seduto in questi fusti di acciaio inossidabile, in cima a un carrello a due piani con bottiglie di vetro colorato e lattine ricaricabili sotto, Saraghina offre due oli d’oliva: uno pugliese e l’altro di Pianogrillo, in Sicilia. L’olio pugliese proviene dall’importatore di Brooklyn Marovato e il Pianogrillo proviene dall’importatore del Bronx Gustiamo.

“Entrambi i nostri oli d’oliva provengono da importatori che conosciamo molto bene”, ha detto Hoberg, che ha lavorato presso Gustiamo prima di unirsi allo staff di Saraghina. “Entrambi acquistano i loro prodotti da piccole fattorie a conduzione familiare che non si trovano altrove negli USA”.

 

Fonte: www.oliveoiltimes.com