La consociata A.P.OL. Lecce pubblica il 10° bollettino fitosanitario sulla mosca dell’olivo

L’A.P.OL. Lecce pubblica il bollettino n° 10 del monitoraggio della Mosca dell’Olivo (Bactrocera oleae).

Suggerimenti fitosanitari per  Pianura di Lecce nord          olive infestate 5,21%,

Il nostro monitoraggio settimanale sul grado d’infestazione di mosca dell’olivo (Bractocera oleae) riscontra una situazione in sensibile peggioramento con leggero aumento di catture di adulti e di punture fertili.
Si consiglia pertanto di intervenire sulle varietà a drupa grossa, ad eccezione di chi ha già effettuato il trattamento nelle precedenti settimane, in regime di agricoltura biologica utilizzando tecniche e/o prodotti ecocompatibili come l’uso di spinosad, piretrine, ecc. In alternativa, in regime di lotta integrata, utilizzando prodotti a base di Dimethoato, Imidacloprid, Fosmet, Acetamiprid.
Su oliveti di varietà tradizionali non si è raggiunta invece ancora la percentuale d’intervento per effettuare il trattamento, tuttavia si consiglia di prestare estrema attenzione all’evoluzione dell’infestazione.

Suggerimenti fitosanitari per  Pianura salentina centro sud          olive infestate 4,70%

come sopra

Suggerimenti fitosanitari per  Collina litoranea brindisina        olive infestate 5,33%

Dal nostro monitoraggio settimanale sul grado d’infestazione di mosca dell’olivo (Bractocera oleae) si conferma una percentuale di punture fertili di estremo rilievo che spesso, e in particolare sulle varietà a drupa grossa, raggiunge il 10% delle olive campionate.
Si consiglia pertanto di intervenire sulle varietà a drupa grossa, ad eccezione di chi ha già effettuato il trattamento nelle precedenti settimane, in regime di agricoltura biologica utilizzando tecniche e/o prodotti ecocompatibili come l’uso di spinosad, piretrine, ecc. In alternativa, in regime di lotta integrata, utilizzando prodotti a base di Dimethoato, Imidacloprid, Fosmet, Acetamiprid.

Su oliveti di varietà tradizionali i valori riscontrati risultano in molti casi a ridosso della soglia d’intervento, pertanto si consiglia di valutare con estrema attenzione l’infestazione in atto e la sua evoluzione nei prossimi giorni.

Suggerimenti fitosanitari per  Pianura di Taranto        olive infestate 5,08%

Dal nostro monitoraggio settimanale sul grado d’infestazione di mosca dell’olivo (Bractocera oleae) emerge un grado d’infestazione sostanzialmente stazionario con percentuale di punture fertili di estremo rilievo che, in alcuni casi e in particolare sulle varietà a drupa grossa, raggiunge il 10% delle olive campionate.

Si consiglia pertanto di intervenire sulle varietà a drupa grossa, ad eccezione di chi ha già effettuato il trattamento nelle precedenti settimane, in regime di agricoltura biologica utilizzando tecniche e/o prodotti ecocompatibili come l’uso di spinosad, piretrine, ecc. In alternativa, in regime di lotta integrata, utilizzando prodotti a base di Dimethoato, Imidacloprid, Fosmet, Acetamiprid.

Su oliveti di varietà tradizionali non si è raggiunta la percentuale d’intervento per effettuare il trattamento, tuttavia, si riscontrano valori estremamente variabili in funzione principalmente dell’ubicazione dell’oliveto (in zone collinari o umide il grado d’infestazione è risultato più elevato). Prestare pertanto estrema attenzione all’evoluzione dell’infestazione.