La Spagna ignora le denunce di Israele sul Coi e dà la fiducia a Ghedira

Il Ministro ad interim dell’agricoltura Luis Planas si è congratulato con il direttore esecutivo del Coi per la sua elezione in carica per un nuovo periodo di quattro anni, e con lui tutto il suo consiglio di amministrazione, con lo spagnolo Jaime Lillo

Il Ministro ad interim dell’agricoltura, della pesca e dell’alimentazione, Luis Planas, ha incontrato presso la sede del Ministero il direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale (COI), Abdelatif Ghedira, con il quale ha esaminato questioni di interesse per entrambi gli organismi.

Nel corso della riunione, il Ministro si è congratulato con il direttore esecutivo del Coi per la sua elezione in carica per un nuovo periodo di quattro anni, insieme con tutto il suo consiglio di amministrazione, ovvero lo spagnolo Jaime Lillo, ignorando le denunce di Israele e le polemiche sul panel test da parte delle organizzazioni olivicole italiane, Italia Olivicola prima di tutte le altre.

Planas ha dimostrato la volontà del Ministero dell’Agricoltura di continuare a collaborare attivamente con il Coi a favore di un settore prioritario per la Spagna.

Il Ministro ritiene che il Coi sia l’organismo di riferimento mondiale nel settore dell’olio d’oliva e delle olive da tavola e dovrebbe quindi continuare a sviluppare le sue funzioni tecniche nel campo scientifico e della formazione.

In questo senso, il Ministro ha incoraggiato il Coi a rafforzare le azioni di promozione e internazionalizzazione del consumo di olio d’oliva sui mercati internazionali. L’incontro ha passato in rassegna gli assi di promozione su cui il Consiglio oleicolo internazionale sta lavorando: salute, ambiente e qualità.