Maltempo al Sud, si contano i danni in tre regioni

Sicilia, Puglia e Basilicata colpite da nubifragi e temporali con allagamenti e straripamenti di fiumi e canali. L’Anbi lancia un appello per sbloccare gli appalti per le reti colanti a servizio dei territori soggetti ormai a vere e proprie piogge monsoniche

“Il ripetersi di fenomeni meteorologici estremi, con notevoli danni in molte regioni italiane, dimostra la necessità di aumentare urgentemente la capacità di resilienza dei territori attraverso un piano straordinario di rafforzamento delle reti idrauliche del paese, soprattutto a difesa delle aree urbanizzate; è la più grande opera pubblica, di cui l’Italia necessita, capace di dar vita a migliaia di posti di lavoro e indispensabile per garantire un futuro economico”. Torna a ribadirlo Francesco Vincenzi, presidente dell’Associazione nazionale dei consorzi per la gestione e tutela del territorio e delle acque irrigue, di fronte alla violenta ondata di maltempo che ha colpito l’Italia, specie nel Centro Sud dal 19 al 23 ottobre 2018, con fenomeni di allagamenti di città e campagne verificatisi in Lazio, Sicilia, Puglia e Basilicata. …..

Puglia: Salento allagato

Lo scorso 23 ottobre si segnala un alto rischio idrogeologico per l’allerta meteo che ha colpito la regione nelle ultime 36 ore con nubifragi e allagamenti, soprattutto in provincia di Taranto, con epicentro a Ginosa, e Lecce”. Qui si segnalano danni ingenti ai vigneti e agli oliveti. ….

Basilicata, l’allarme di Copagri

Lo scorso 23 ottobre, una delegazione della presidenza della Copagri Basilicata, a seguito del violento nubifragio che si è abbattuto il giorno prima sulla regione, durante il quale sono caduti oltre 200 millimetri di pioggia, si reca in visita ad alcune delle zone colpite, e in particolare nei comuni di San Mauro Forte, Stigliano e Salandra, tutti situati nel materatese. ….

Sicilia, altri danni con le nuove piogge

Il 23 ottobre Copagri Sicilia, in ordine al maltempo nelle province di Siracusa, Ragusa e Catania comunica “I violenti nubifragi e le piogge torrenziali che da giorni si stanno abbattendo sulla Sicilia, stretta nella morsa del maltempo, stanno causando danni molto ingenti, ma ancora non quantificabili a causa del perdurare delle condizioni climatiche proibitive, al settore primario isolano“. Secondo l’organizzazione  “I danni maggiori per quanto riguarda il comparto agricolo si hanno nelle zone del ragusano, del siracusano e del catanese, dove le colture in campo sono andate completamente e irrimediabilmente distrutte, così come le stalle, i capannoni e le altre strutture”. ….

 

Fonte: www.agronotizie.imagelinenetwork.com