Meteo: estate 2018, ci sono grosse novità per giugno, luglio ed agosto.

Secondo le previsioni stagionali del Centro Europeo caldo sopra la media e meno piogge al Centro-Nord.

Nei prossimi giorni l’anticiclone Scipione, … prenderà possesso dell’Italia e l’ultimo weekend di Maggio sarà dunque all’insegna del sole e del caldo su tutto il nostro Paese. Ci resterà con tutta probabilità per almeno una decina di giorni, cosicché anche l’inizio di Giugno dovrebbe essere piacevolmente condizionato dall’alta pressione. Ma successivamente cosa accadrà?

L’estate entrerà nel vivo o l’Atlantico tornerà a fare la voce grossa? Per ora è troppo presto per affermarlo ma è possibile esprimere una tendenza, soffermandosi ad osservare i principali modelli internazionali di previsione i quali confermano che la bella stagione non dovrebbe essere caratterizzata da particolari eccessi. …

Il Centro Meteo Europeo per il mese di Giugno vede uno scenario spiccatamente dinamico, un po’ come è stato per quasi tutta la primavera, con frequenti fasi perturbate alternate ad altre più soleggiate. I valori termici saliranno gradualmente portandosi anche di qualche grado sopra la media del periodo, ma come anticipato non dovrebbero verificarsi ondate di calore durature e insopportabili, come invece è spesso accaduto in passato, in particolare nella scorsa stagione.

Anche Luglio e Agosto potrebbero seguire un po’ questo trend: non mancherà il caldo con temperature di circa 2/3°C al di sopra della media di riferimento ma, ….. gli ultimissimi aggiornamenti evidenziano una prospettiva in leggera controtendenza: sulle regioni centro-settentrionali potrebbe essere più caldo e addirittura secco con le precipitazioni che scarseggerebbero. Su quelle meridionali e sulle Isole Maggiori invece si presenterebbero più occasioni per rovesci e temporali. Ricapitolando potrebbe essere un’estate con deficit pluoviometrico al Centro-Nord e con un’anomalia termica positiva di circa un paio di gradi; caldo anche al Sud, ma meno siccitoso rispetto ad altri anni passati.

Naturalmente data la distanza temporale, il condizionale è d’obbligo….

Fonte: www.ilmeteo.it