New York, Chicago e Atlanta: la Spagna olearia si presenta negli States

Dall’Oculus fino all’aeroporto più trafficato al mondo. La campagna “Join the European healthy lifestyle with Olive Oils from Spain. Olive Oil Makes a Tastier World” ha i suoi effetti positivi

L’obiettivo della Spagna dell’olio d’oliva appare molto chiaro, volendo consolidare ed accrescere il suo ruolo di leader sul mercato americano.E’ questa la ragione per cui sta rafforzando la campagna promozionale “Join the European healthy lifestyle with Olive Oils from Spain. Olive Oil Makes a Tastier World”.

In poco più di tre mesi sono state poste in essere attività promozionali in tre grandi centri americani.

Si è partiti a maggio a Chicago, presso la famosa Union Station, dove transitano 100 mila persone al giorno.

Nel mese di giugno ben due iniziative, la prima presso l’aeroporto Atlanta, il più trafficato al mondo con oltre 100 milioni di passeggeri all’anno, dove è stato istituito l’Olive Oil Lounge per offrire informazioni e un assaggio dell’olio spagnolo.

La seconda attività promozionale è stata certamente più d’impatto comunicativo e si è svolta a New York, con proiezioni su 22 schermi giganti, alcuni dei quali con una dimensione di oltre 21 metri, 276 passaggi al giorno.

La promozione è stata trasmessa presso l’Oculus, il complesso progettato dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava presso il World Trade Center di New York, con circa 11 milioni di persone che vi transitano al mese, e che ospita un centro commerciale sotterraneo e un nodo di comunicazione in cui convergono le linee metropolitane e il treno che collega con il New Jersey.

Anche grazie ad attività come queste, nel primo trimestre del 2019, le esportazioni spagnole sono aumentate del 47% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo le 28.585 tonnellate, consolidando la loro leadership di mercato con una quota del 38,04% delle importazioni totali, secondo i dati del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti.

Fonte: www.teatronaturale.it