Slitta l’incontro con il ministro; gilet arancioni con il fiato sospeso

Saltato l’incontro con il ministro Centinaio, in programma oggi, gli agricoltori si preparano all’incontro con il ministro Luigi Di Maio, in programma il prossimo 26 marzo a Roma e, nel frattempo, studiano la bozza di Decreto per le gelate dello scorso anno.

Il rinvio – precisa il Ministero in una nota – è dovuto alla necessità, rimarcata dagli olivicoltori, di arrivare sul territorio pugliese con i decreti governativi già approvati e con risosrse che possano fare ripartire le aziende agricole ed i frantoi colpite dalle gelate e da xylella fastidiosa“.

Così Onofrio Spagnoletti Zeuli:” Il ministro ha fatto sua la nostra piattaforma proponendo anche possibili interventi per operai agricoli, imprese e frantoi da concordare nel tavolo con il ministro Di Maio. I vertici di Ismea ed Agea, da noi incontrati e contemporaneamente sollecitati dal MIPAAFT, hanno garantito immediati interventi che aiuteranno le aziende agricole, le cooperative ed i frantoi in questo momento di difficoltà.

Il lavoro di squadra sta dando i suoi frutti; per questo riteniamo giusto pazientare qualche ora in più per festeggiare con il ministro in Puglia tutti i risultati e la ritrovata centralità dell’agriìcoltura e dell’olivicoltura nell’agenda politica italiana“.

Tuttavia la bozza di decreto ha piuttosto deluso gli addetti ai lavori: le risorse in campo sono 5 milioni di euro per gli anni 2019 e 2020, utilizzabili solo dagli agricoltori che abbiano acceso mutui ed erogabili in conto interessi. Ovvero nulla è previsto, ad ora, per chi ha contratto debiti e nulla per chi ha subito perdite ma non ha contratto un mutuo.

Fonte: www.lagazzettadelmezzogiorno.it