Articoli

“Convegno internazionale di agricoltura biodinamica” , lettera di Elena Cattaneo

Alla notizia che il Politecnico di Milano ospiterà un convegno promosso dall’Associazione per l’Agricoltura biodinamica, che si basa sugli insegnamenti esoterici di Rudolf Steiner, la senatrice a vita e docente della Statale Elena Cattaneo ha preso carta e penna e ha scritto una lettera al rettore del Politecnico Feruccio Resta, che integralmente pubblichiamo.

Continua a leggere

Xylella, il guru di Emiliano al convegno anti-scienza: la «ricetta» di corna di mucca e astrologia

La senatrice Cattaneo: l’agricoltura biodinamica «sconfina nell’esoterismo». Ma la Regione la utilizza nei suoi progetti sull’alimentazione

Continua a leggere

Pesticidi: UE contro il verderame dell’agricoltura biologica

Il 19 e 20 luglio la Commissione dell’Unione Europea proporrà agli Stati membri una stretta sui pesticidi a base di rame, come il verderame o meglio i fitosanitari a base di sali di rame, consentiti anche in agricoltura biologica e impiegati nella viticoltura ma che hanno un impatto negativo sull’ambiente, inquinandolo, e sulla salute delle persone.

Continua a leggere

Agricoltura biologica, il regolamento comunitario cambia lo scenario

Dopo quattro anni di discussione, il 14 giugno 2018, il nuovo regolamento sull’agricoltura biologica è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea (Regolamento su agricoltura UE 2018/848 del Parlamento europeo e del Consiglio del 30 maggio 2018).

Continua a leggere

news

Biologico, al via la Lista europea

Presentata da Fibl Europe, contiene circa 7mila sostanze che il team di esperti ritiene compatibili ai dettami dell’Ue

Tra i 7mila prodotti rientrano fertilizzanti, prodotti per la protezione delle piante, corroboranti, disinfestanti e prodotti per l’igiene. L’Istituto di ricerca sull’agricoltura biologica (Fibl) ha presentato la Lista europea dei prodotti per l’agricoltura biologica, per aiutare agricoltori, produttori e commercianti di prodotti biologici. Al suo interno circa 7mila sostanze usate nell’agricoltura biologica che un team di esperti ha designato come compatibili ai dettami dell’Unione europea.

Tra queste sostanze rientrano fertilizzanti, prodotti per la protezione delle piante, corroboranti, disinfestanti e prodotti per l’igiene. Alla fiera Biofach a Norimberga – la fiera internazionale per l’alimentazione biologica e l’incontro con l’industria biologica – l’Istituto di ricerca sull’agricoltura biologica (Fibl) ha presentato la Lista europea di prodotti per l’agricoltura biologica che sono offerti sul mercato.

Si tratta di uno strumento telematico che rappresenta una “indicazione robusta, affidabile, e facilmente accessibile online di prodotti commerciali conformi ai dettami dell’Ue sui prodotti biologici” ha affermato Fibl. Le principali caratteristiche di tale lista, evidenziate dall’Istituto stesso, vogliono essere affidabilità e trasparenza. Obiettivo: aiutare agricoltori e produttori.

Secondo il Fibl, “i prodotti per l’agricoltura biologica non sono sottoposti a indagini obbligatorie e a certificazioni, perciò è piuttosto difficile, se non impossibile, per gli agricoltori biologici sapere se un prodotto contiene solo sostanze autorizzate”. Ed è proprio per questo che l’Istituto ha radunato un team di esperti per aiutare contadini e allevatori in questa ricerca. L’Istituto sottolinea come questo strumento non gioverà solo agli agricoltori, ma anche ai produttori e ai commercianti di prodotti per l’agricoltura biologica, perché questi “hanno tutto l’interesse a dimostrare che i loro prodotti sono compatibili con le regole della produzione biologica”.

I prodotti presenti nella Lista sono sostanze che possono essere usate nell’agricoltura o nella produzione alimentare. La Lista contiene al momento quasi 7mila prodotti, tra cui: circa 3.100 fertilizzanti e ammendanti; 700 prodotti per la protezione delle piante; 60 corroboranti; 600 prodotti per la pulizia, la disinfestazione e l’igiene; 140 antiparassitari; 1.900 mangimi e 200 prodotti per la produzione alimentare.

La Lista europea di prodotti per l’agricoltura biologica è stata costituita grazie ad uno sforzo congiunto di più istituzioni, coordinate da Fibl Europe. “Tutti i partner hanno diversi anni di esperienza nella creazione di liste di prodotti nazionali per Germania, Svizzera, Austria e Paesi Bassi”, viene sottolineato dall’Istituto.

Fonte: www.agronotizie.imagelinenetwork.com