Articoli

Xylella, ARIF accelera sugli abbattimenti e raddoppia le squadre

Abbattere”, questo l’imperativo categorico dell’ARIF, che ha come obiettivo quello di tagliare, nei prossimi 20 giorni, 500 piante risultate positive al batterio xylella Continua a leggere

Xylella, l’Osservatorio revoca le multe all’Arif

L’avvocatura regionale sconfessa le sanzioni del Servizio fitosanitario. Tutti contro tutti sul fronte Xylella in Puglia

Continua a leggere

Al paradosso: la Regione Puglia multa se stessa per i mancati abbattimenti degli ulivi

Le sanzioni che potrebbero oscillare da 1.000 sino a 30.000 euro per pianta sono irrogate dall’Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia all’ARIF, Agenzia Regionale per le attivita’ Irrigue e Forestali Continua a leggere

Caos Arif, Milillo scarica la Xylella a Emiliano: il commissario strordinario sbatte la porta e si dimette

La voce era nell’aria da tempo, ma adesso c’è anche l’ufficialità. Oronzo Milillo non è più il commissario straordinario dell’Arif. L’idea di mettere ordine dopo la discutibile gestione Ragno è finita in malo modo. Milillo sbatte la porta e va via accusando neppure troppo velatamente il presidente Michele Emiliano di averlo defenestrato nella lotta alla Xylella, preferendo il sub commissario leccese Francesco Ferraro. Continua a leggere

Abbattuti 27 ulivi colpiti da xylella: previsti altri 650 tagli

«Entro il 15 settembre procederemo all’eradicazione di 650 piante infette». Nel giorno del via agli abbattimenti di 27 ulivi colpiti da xylella (ndc: il 17 agosto 2019) in provincia di Brindisi tra Francavilla Fontana e Latiano, Oronzo Milillo, commissario straordinario dell’Arif, annuncia quelle che saranno le misure per il contrasto alla malattia, che interesseranno le province di Brindisi e Taranto entro le prossime quattro settimane.

L’accelerata a ridosso di Ferragosto apre un nuovo corso, almeno dal punto di vista operativo, del governo regionale, nei confronti dell’avanzata dell’infezione.

I tempi indefiniti e le lungaggini burocratiche, dalla notifica fino all’abbattimento reale della pianta nella quale è stata accertata la malattia, hanno caratterizzato e animato il dibattito a più livelli nei mesi scorsi, tra le istituzioni, ma anche tra gli organi di giustizia amministrativa.

Ora la nuova pianificazione degli abbattimenti che – secondo l’Arif – sarà caratterizzata da tempi certi.

Con il passare dei giorni tecnici dell’Arif e delle imprese appaltatrici si sposteranno, nell’area jonica, e poi in agro di San Vito dei Normanni, Carovigno, fino a raggiungere la piana dei millenari, Ostuni e Fasano. «Un’operazione necessaria – sottolinea il Commissario straordinario Oronzo Milillo, presente sul campo per i primi abbattimenti – che abbiamo voluta intraprendere nonostante, il periodo ferragostano e nonostante qualche collo di bottiglia burocratico che ha rallentato leggermente la tabella di marcia. Ma recupereremo in breve tempo. Entro il 15 settembre contiamo di portare a termine 650 abbattimenti».

Sono anche altri gli aspetti tecnici e amministrativi su cui pone l’accento il commissario dell’Arif. «Ora sta operando una sola ditta molto bene attrezzata ma abbiamo una lista di ben 26 ditte cui attingeremo per il prosieguo dei lavori, tenendo presente territorialità e professionalità delle stesse. Alle indicazioni dell’Unione europea rispondiamo con i fatti e con celerità».

Una rapidità richiesta da più parti per l’eradicazione delle piante malate, che ora- almeno da quanto emerge dall’attività portata dall’agenzia regionale incaricata- potrebbe effettivamente manifestarsi.

Fonte: www.quotidianodipuglia.it

Xylella, decreti attuativi pronti, ma manca la firma. Vertice Lezzi-Emiliano.

La ministra del Sud Barbara Lezzi ha incontrato in compagnia della sottosegretaria Pesce, del presidente della Provincia, Stefano Minerva,  e del governatore della Puglia Michele Emiliano, in Prefettura a Lecce, a porte chiuse, gli agricoltori, le associazioni, gli ordini professionali, i sindaci: servono i soldi e la sburocratizzazione per i reimpianti subito. Continua a leggere

Xylella, la Regione libera 30 milioni per i reimpianti di ulivi nel Salento

Da oggi il dopo-xylella non sarà soltanto una strada tortuosa tutta in salita. Qualcosa si muove, arrivano ulteriori fondi per ricostruire una nuova olivicoltura dopo che la batteriosi ha trasformato uliveti verdeggianti in grigi cimiteri. Continua a leggere

Xylella, la Basilicata ha paura e vuole evitare il contagio

Organizzazioni agricole e olivicoltori invitano a stare all’erta per evitare che, a cominciare dalla provincia di Matera, anche il territorio lucano diventi prima zona cuscinetto e poi zona infetta

Continua a leggere

Xylella: il piano di attacco al batterio del commissario Arif

Una sterzata netta all’operato dell’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali (Arif), nel solco di quanto già prevedeva il piano Silletti. La imprime il commissario Oronzo Milillo, secondo quanto emerge dal piano di attacco al batterio presentato nel corso di un incontro operativo Continua a leggere

Xylella: + 366 ulivi infetti. Nuovi casi a Taranto, continua la virata verso Matera

Sono stati trovati altri 366 ulivi infetti nelle province di Brindisi e Taranto, con la Xylella che continua la virata e l’avanzata verso Matera, con i 45 nuovi accertati a Taranto, 35 a Montemesola e 10 a Monteiasi. Continua a leggere