Articoli

Mosca delle olive, come fare senza dimetoato?

La revoca del dimetoato ha certamente privato l’olivicoltore di un importante mezzo tecnico per la difesa dalla mosca delle olive (Bactrocera oleae), soprattutto in riferimento agli interventi aventi finalità curativa nei confronti delle larve, per la capacità di penetrazione di quella sostanza attiva all’interno della drupa. Continua a leggere

Olivicoltura, senza dimetoato si può

Terre dell’Etruria opera nel settore oleario da cinquanta anni sulla costa tirrenica toscana, dove la mosca delle olive arriva a compiere fino a sei generazioni in un anno. Le perdite per i produttori associati possono essere notevoli come nel 2014, quando sono state di circa 700 tonnellate di olio, per un danno stimabile oggi in circa 6 milioni di euro. Continua a leggere

La Ue mette al bando l’arma chimica per combattere la mosca delle olive

La data limite imposta è quella di giugno 2020: da quel momento il dimetoato, l’arma chimica più efficace per contrastare la mosca olearia, non potrà più essere utilizzato negli oliveti. Continua a leggere