Articoli

I gilet arancioni “originali” si dissociano dalle manifestazioni contro il governo

I gilet arancioni “originali”, che manifestarono lo scorso anno per sollevare le problematiche del settore agricolo, si dissociano totalmente dai raduni di stamattina in cui non si sono rispettate le norme di distanziamento anti Covid né usate le mascherine.

Precisano che «le due manifestazioni degli agricoltori tenute a Bari (7 gennaio 2019) ed a Roma (14 febbraio 2019) nulla c’entrano col movimento dei gilet arancioni che ha manifestato oggi nelle piazze italiane».

«Gli agricoltori, nel 2019, – ribadiscono  – deposero un attimo le bandiere delle proprie organizzazioni (Cia, Confagricoltura, Legacoop, Copagri, Agci, Italia Olivicola, Confcooperative, etc.) per unirsi sotto un unico vessillo, il gilet arancione, col quale manifestammo in maniera civile e unitaria per ottenere attenzione e risorse dalle istituzioni per l’olivicoltura piegata dalle gelate e dalla xylella»

«Grazie a quelle manifestazioni – sottolinea Onofrio Spagnoletti Zeuli portavoce del movimento di agricoltori –  il governo intervenne con il decreto legge emergenze agricole per indennizzare olivicoltori, braccianti, aziende e cooperative colpiti dai numerosi problemi che ancora oggi affliggono il settore».

Quindi la precisazione: «Siamo lontani anni luce dalle manifestazioni di oggi. Tanto si doveva per evitare spiacevoli fraintendimenti, che purtroppo non sono mancati».

Fonte: www.lastampa.it

DL Emergenze: le di chiarazioni di Centinaio, Pesce e Spagnoletti Zeuli

Riportare i settori olivicolo-oleario, agrumicolo, lattiero caseario e ovi-caprino al più presto fuori dalla crisi e competitivi è una priorita’ del governo. Continua a leggere

DL Emergenze alla Camera: soddisfatto Spagnoletti Zeuli (gilet arancioni)ma ancora isolate polemiche

“Siamo soddisfatti degli incontri di Bari e di Lecce; c’è bisogno di lavorare sul decreto ma il ministro Centinaio ha confermato di essere sul pezzo ed ha dimostrato di essere una persona disponibile all’ascolto e al dialogo”, ha detto il portavoce dei gilet arancioni Onofrio Spagnoletti Zeuli dopo gli incontri con il ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio. Continua a leggere

Xylella: Lezzi, in DL Emergenze saranno inseriti 300 MILIONI per biennio 2020-2021

Quello avuto oggi (ndc: ieri 25 marzo) nella Prefettura di Lecce è stato un confronto molto utile e costruttivo, in vista dell’approdo in parlamento del decreto che contiene misure per il contrasto alla xylella“, afferma il ministro per il sud Barbara Lezzi, molto contestata all’arrivo dagli attivisti No-TAP. Continua a leggere

Xylella: Gilet arancioni, concertazione e proteste iniziano a dare risultati, si passi ai fatti

Considerato l’impegno del presidente Emiliano di stanziare 100 milioni di euro regionali per i reimpianti direi che qualche spiraglio di luce inizia ad intravedersi grazie a tutte quelle sacrosante proteste degli agricoltori” ma “naturalmente questo è tempo di fatti e non più di parole“, afferma il portavoce del coordinamento dei gilet arancioni Onofrio Spagnoletti Zeuli. Continua a leggere

“Ora basta con i santoni” così Gennaro Sicolo

Non ci sono più spazio, tempo e possibilità per santoni e cialtroni che hanno distrutto la nostra olivicoltura con il loro vasto sistema di disinformazione organizzata: la xylella deve essere affrontata con decisione, troppe chiacchere finora, è arrivato il momento di combattere una guerra senza quartiere contro il batterio e contro chi ne favorisce l’avanzata“. Continua a leggere

Slitta l’incontro con il ministro; gilet arancioni con il fiato sospeso

Saltato l’incontro con il ministro Centinaio, in programma oggi, gli agricoltori si preparano all’incontro con il ministro Luigi Di Maio, in programma il prossimo 26 marzo a Roma e, nel frattempo, studiano la bozza di Decreto per le gelate dello scorso anno.

Continua a leggere

La grande manifestazione di oggi dei gilet arancioni

Una delegazione dei #giletarancioni sta parlando col ministro #Centinaio. Prima del confronto, sul palco gli interventi appassionati di Gennaro Sicolo di Italia Olivicola e Dino Scanavino per Cia – Agricoltori Italiani.

Al centro della protesta che oggi, #14febbraio, ha portato migliaia di agricoltori in piazza ci sono la richiesta del decreto gelate, i 100 milioni per la lotta alla xylella, il PSR bloccato, le crisi dei settori agrumicolo, orticolo, floricolo e vivaistico che stanno mettendo in ginocchio il comparto primario

Giovedì 14 febbraio la più grande manifestazione di sempre dell’olivicoltura italiana, attesi 5000 olivicoltori a Roma

L’orgoglio, la dignità e la rabbia di migliaia di olivicoltori italiani arrivano a Roma per l’ultimo appello al governo nazionale, chiamato ad intervenire con estrema urgenza per cercare di risolvere problemi seri che hanno messo in ginocchio il settore. Continua a leggere

Agricoltura, il consiglio comunale di Terlizzi approva ordine del giorno a favore dei gilet arancioni

Alla presenza del conte Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce dei «Gilet arancioni», Gennaro Sicolo, presidente di Italia Olivicola, e Nicola Ruggiero, presidente di Oliveti d’Italia, il Consiglio comunale di Terlizzi ieri sera ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che conferma la presenza di Terlizzi (con il gonfalone) alla manifestazione del 14 febbraio prossimo a Roma presso il ministero delle Politiche Agricole. Continua a leggere