Articoli

CIA, a Lamezia Terme Forum olivicolo nazionale

Domani, 24 gennaio 2020, dalle 10,00 presso il Grand Hotel Lamezia, si svolgerà il Forum Olivicolo Nazionale organizzato da Cia-Agricoltori Italiani.

Si parlerà di olivicoltura, della polverizzazione in ogni sua componente, degli alti costi e dei prezzi di vendita piuttosto aleatori. Tutto in un ottica di rilancio dell’intero settore.

I lavori inizieranno con i saluti del presidente di Cia Calabria, Nicodemo Podella, e saranno introdotti da Gino Catania, presidente Gie-Cia olio.

Quindi le relazioni di Fabio Del Bravo, di ISMEA, Anna Rufolo, di Cia, Rachid Benali, di Interprolive, e di Enzo Perri, del Crea.

Dalle 11,30 una Tavola rotonda cui parteciperanno il presidente di Italia Olivicola, Fabrizio Pini, il presidente di Finoliva Global Service, Benedetto Fracchiolla, il direttore generale di Assitol, Andrea Carrassi, il direttore qualità Coop Italia, Renata Pascarelli e l’assessore all’agricoltura della Regione Sicilia, Edy Bandiera.

Chiuderà i lavori Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltiori Italiani.

 

 

Xylella, altri 46 casi accertati

Xylella avanza ancora con altri 46 casi d’infezione accertati nelle province di Brindisi e Taranto. Continua a leggere

Sicilia, un Psr decollato puntando sulla concretezza

Con 242 milioni spesi tra maggio e dicembre 2019 la Sicilia ha evitato il disimpegno automatico dei fondi europei del Psr. Una performance che ha dell’incredibile. Continua a leggere

Bruxelles, bando al clorpirifos metile

La Commissione ha adottato il regolamento per la messa al bando degli insetticidi clorpirifos e clorpirifos metile. Continua a leggere

Xylella, ecco il decreto con la ripartizione dei fondi

150 milioni per il 2020 e altri 150 milioni per il 2021 per un totale di 300 milioni di euro per l’olivicoltura italiana. In particolare quella colpita dalla Xylella. Continua a leggere

Una vita per la scienza

È scomparso Giovanni Martelli, il professore che si batté contro la Xylella e i cospirazionisti. Sono molteplici le voci sulla scomparsa del professor Martelli ma lo ricordiamo con quella del professor Enrico Bucci, a lui accomunato dalla battaghlia con i negazionisti/complottisti su Xylella fastidiosa. Continua a leggere

Umbria, Morroni: «Reddito delle aziende agricole al primo posto»

«L’Umbria deve darsi innanzitutto una strategia e degli obiettivi precisi. Al primo posto ci deve essere il reddito delle aziende che operano nel comparto. Sosterremo le imprese che creano ricchezza e lavoro. Si terrà conto anche delle tante sfaccettature settoriali e localiste. Ma senza venir mai meno al principio che agli aiuti pubblici corrisponda un reale aumento di competitività delle aziende e di crescita del territorio nel suo complesso».

Continua a leggere

Piano anti-xylella, domani la ministra Bellanova incontrerà istituzioni e associazioni

Mancano nove giorni alla Conferenza Stato-Regioni nel corso della quale dovrebbe arrivare il via libera definitivo al riparto delle risorse destinate dal governo alla rigenerazione del paesaggio distrutto da Xylella fastidiosa. Continua a leggere

Xylella, dov’è la congiura sbandierata dai negazionisti/complottisti?

– di Giuseppe Francesco Sportelli –

Il docufilm “Legno Vivo – Xylella, oltre il batterio” nega tutte le evidenze scientifiche sulla malattia degli olivi e crea confusione e disinformazione. Gran sbandieramento di “affaire Xylella” e “agromafie”, ma queste tesi non fanno altro che impedire la lotta seria al batterio e favorirne l’avanzamento

Continua a leggere

Agea, tempo di consuntivi

Per gli aiuti diretti, nel mese di dicembre è stato dato avvio al pagamento dei saldi della domanda unica 2019 che hanno interessato oltre 135 mila beneficiari per 291 milioni di euro di aiuti erogati alle aziende agricole.

A questo importo si aggiungono 974 milioni di euro relativi al pagamento dell’anticipo che si è concluso nello scorso mese di novembre e che ha interessato oltre 448 mila aziende agricole, per un totale erogato pari a 1,265 milioni di euro a favore di oltre 584 mila agricoltori.

Rispetto alla scorso anno, si è registrato un incremento di aiuti erogati nella domanda unica entro la fine dell’anno, di oltre 98 milioni di euro.

Molto importante è anche il risultato ottenuto nell’ambito del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale, per il quale nell’anno 2019 sono stati realizzati pagamenti a 56.829 beneficiari, per un importo complessivo pari a 349 milioni di euro.

Solo nel mese di dicembre 2019, con il pagamento di oltre 139 milioni di euro, AgEA ha avviato i rimborsi in favore delle aziende agricole che hanno stipulato polizze assicurative agevolate a copertura delle produzioni vegetali del 2019. Sono stati inoltre praticamente azzerati i ritardi nelle erogazioni che si erano verificati in fase di avvio della programmazione.

Per quanto riguarda i Programmi di Sviluppo Rurale delle 13 Regioni per le quali AgEA svolge le funzioni di Organismo Pagatore, 12 PSR hanno superato l’obiettivo di spesa al 31/12/2019 necessario per evitare penalizzazioni da parte della Commissione Europea in base alla regola “N+3”.

A seguito dell’ultimo decreto di pagamento autorizzato da AgEA, risulta infatti contabilizzata una spesa pubblica superiore a quella necessaria per il raggiungimento dell’obiettivo pari a 414,6 milioni di euro.

Purtroppo la Regione Puglia non ha raggiunto il proprio obiettivo, avendo realizzato una spesa di circa 142 milioni di euro (86 milioni di euro di quota FEASR) inferiore alla soglia minima necessaria per evitare il disimpegno. Con le attuali regole comunitarie non vi è la possibilità, a livello nazionale, di compensare la minore spesa della Puglia (- 142 milioni) con i maggiori pagamenti (+ 414,6 milioni) sostenute dalle altre Regioni con Organismo Pagatore AgEA.

PSR_avanzamento_31.12.2019_FINALE_per_N_3_al_31_12_2019

Dall’inizio della programmazione al 31/12/2019 AgEA ha erogato, sempre con riferimento ai 13 Programmi regionali e al Programma nazionale, più di cinque miliardi di euro di risorse pubbliche a favore di 580.000 beneficiari. Nell’anno 2019 le risorse erogate sono state pari a circa 1,9 miliardi di euro, in favore di 180.000 beneficiari. Nel solo mese di dicembre 2019 sono stati erogati oltre 600 milioni di euro di risorse pubbliche, pari al 36% di quanto erogato negli undici mesi precedenti.

Il Direttore di AgEA Gabriele Papa Pagliardini esprime grande soddisfazione per i risultati raggiunti: “I numeri parlano da soli e raccontano un grande lavoro di squadra fatto da AgEA, insieme a SIN e al RTI, con il Ministero, le Regioni e i CAA”.

Fonte: www.agea.gov.it