Articoli

Via libera della Commissione europea, l’olio di Puglia diventa IGP

L’Indicazione Geografica Protetta “Olio di Puglia” è riservata all’olio extravergine di oliva prodotto, secondo requisiti di un disciplinare, solo nel territorio amministrativo della Puglia.

‘Olio di Puglia’ diventa Igp. La Commissione europea ha approvato oggi la domanda d’iscrizione dell’Olio di Puglia nel registro delle Indicazioni geografiche protette (Igp).

L’Indicazione Geografica Protetta “Olio di Puglia” è riservata all’olio extravergine di oliva prodotto, secondo requisiti di un disciplinare, solo nel territorio amministrativo della Puglia.

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DELLA INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA “OLIO DI PUGLIA”

E’ ottenuto da olive dei cultivar Cellina di Nardò, Cima di Bitonto (oppure Ogliarola Barese o Garganica), Cima di Melfi, Frantoio, Ogliarola salentina (o Cima di Mola), Coratina, Favolosa (o Fs-17), Leccino, Peranzana, presenti negli uliveti da soli o in misura non inferiore al 70%.

Il prezzo dell’olio: su LinkedIn un interessante post

Scorrendo i post su LinkedIn, mi è capitato di leggere questo a firma del sig. raffaele Arcella. Se quanto scritto non fosse drammaticamente vero, sarebbe divertente. Ma purtroppo è assolutamente vero. Continua a leggere

Regali d’oro per Natale: un cofanetto di olio evo

L’oro liquido è di tendenza quest’anno. Ma solo se si tratta di prodotti e confezioni di altissima gamma.

Continua a leggere

L’olio di oliva extravergine italiano

L’osannata dieta mediterranea invita a consumare olio extravergine di oliva (EVO). Si tratta di un ottimo consiglio che però sembra aver perso il suo fascino. Infatti, paradossalmente, il suo consumo medio pro-capite degli italiani negli ultimi anni è sceso di circa il 30 %, passando da 12 kg a poco più di 8 kg

Continua a leggere