Articoli

olio

Olio extravergine d’oliva, incontro con il professor Maurizio Servili

Olio extravergine di oliva, se ne parlerà sabato 17 marzo, alle 9.30, nella Sala Conferenze del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma-Latina (località Tor Tre Ponti, Latina). L’incontro è aperto al pubblico e interverrà Maurizio Servili, professore all’Università degli Studi di Perugia – Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari ed Ambientali – che affronterà alcuni temi rilevanti per una produzione qualitativa di EVOO, con particolare riguardo alle caratteristiche chimico-fisiche e alla bio-formazione delle note aromatiche degli oli di oliva vergini, ai sistemi di raccolta, conservazione, trasformazione e separazione delle olive.

Al termine del seminario verrà illustrato ai presenti il progetto per la realizzazione della nuova Sala Panel nei locali del Centro Servizi del Consorzio ASI Roma-Latina, che “oltre a consentire l’analisi organolettica in sede da parte del Comitato di assaggio del Capol, riconosciuto dalle norme comunitarie e italiane, permetterebbe alle aziende del territorio di avere un importante punto di riferimento locale per il controllo e la garanzia della qualità dei propri oli” – spiega il Presidente del Capol e capo Panel, Luigi Centauri.

L’iniziativa è organizzata dal Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina come giornata conclusiva del suo ultimo corso iniziato il 10 Marzo e finalizzato al conseguimento del diploma di idoneità fisiologica per l’iscrizione all’elenco nazionale di tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini ed extravergini, a seguito del superamento delle relative prove.

Fonte: www.latinaquotidiano.it

olio

Olio extravergine d’oliva: impariamo a riconoscerlo: convegno

L’olio extra vergine d’oliva ci aiuta a vivere in salute: è una delle migliori fonti di energia per il nostro organismo ed è ricco di acidi grassi benefici e di importanti antiossidanti.

Non è un caso che sia uno dei pilastri dell’alimentazione delle popolazioni più in salute al mondo, ma quanto conosciamo le sue proprietà, i suoi effetti benefici e la sua composizione? Conosciamo le diverse cultivar di olivo e le caratteristiche dell’olio che se ne ottiene? Siamo in grado di gestire bene l’olio extra vergine d’oliva quando lo utilizziamo in cucina? Sappiamo conservarlo in modo corretto?

Approfondiamo questi argomenti con gli esperti:

Giulio Fava, medico nutrizionista

Enzo Gambin, direttore AIPO (Associazione Interregionale Produttori Olivicoli)

Riccardo Carnevali, chef FIC (Federazione Italiana Cuochi)

Antonio Cassanelli, agronomo specializzato in olivicoltura.

Coordina l’incontro Lorenzo Andreotti – giornalista de L’Informatore Agrario

Al termine dell’incontro verranno proclamati i vincitori del 15° Concorso Internazionale Aipo d’Argento e a tutti i partecipanti verrà distribuito un omaggio. L’evento si tiene all’interno de La Fiera di Vita in Campagna (23-24-25 marzo 2018).

Tutte le informazioni per entrare e visitare la fiera al seguente link –> https://goo.gl/JfPq9U

Per partecipare all’evento non è necessaria la preregistrazione

Fonte: www.ediaeventi.it

calabria

Calabria: modelli sostenibili e nuove tecnologie per la valorizzazione delle olive e dell’olio extravergine

Il seminario, svoltosi il primo marzo presso l’aula seminari del Dipartimento di Agraria dell’Università di Reggio Calabria, oltre ad un folto pubblico di imprenditori, divulgatori, addetti ai lavori, assaggiatori e studenti, ha visto la partecipazione di oltre centotrenta professionisti del settore che hanno potuto ascoltare gli importanti passi avanti fatti grazie al progetto finanziato dal Miur, nell’ambito dei progetti PON, e che ha visto attori principali non solo il Dipartimento di Agraria, ma anche importanti aziende olivicole-olearie della Calabria, oltre che il Polo Agrifoodnet quale soggetto capofila.

Dopo i saluti istituzionali del Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, Pasquale Catanoso insieme a quelli di Antonio Marrapodi del Consorzio Nazionale dell’Olivicoltori e il saluto del Referente Scientifico del progetto Rocco Zappia, i lavori sono stati introdotti dal Direttore del Dipartimento di Agraria Giuseppe Zimbalatti e hanno visto il susseguirsi di contributi dei docenti e dei ricercatori che hanno fatto il punto sui risultati di tale progetto.

In particolare Michele Monti ha esposto i risultati riguardo i modelli innovativi per la sostenibilità ambientale, Gregorio Gullo ha illustrato i modelli innovativi per la sostenibilità dei sistemi di produzione primaria, Andrea Caridi ed Angelo Giuffrè hanno esposto i risultati raggiunti riguardo i processi innovativi per l’estrazione dell’olio extravergine d’olive, la concia delle olive e lo stato dell’arte del packaging innovativo per l’aumento della shelf-life dell’olio con la conseguente ottimizzazione della qualità di servizio dei prodotti olivicoli.

Sonia Carabetta e Francesca Barreca hanno invece relazionato sulla sicurezza e sull’autenticazione dell’Olio di Calabria. I risultati sul tema dello sviluppo di un modello per l’analisi e la valutazione delle risorse territoriali caratterizzanti la produzione olivicoli sono stati spiegati da Giuseppe Modica mentre Giacomo Falcone ha esposto la sua relazione presentando i risultati riguardo lo studio degli aspetti economico strutturali, strategie innovative e orientamento al mercato.

Demetrio Zema ha infine esposto i risultati sulla gestione sostenibile dei residui dell’industria olearia. Molto interesse hanno poi destato gli interventi del Professore Antonino De Lorenzo, Direttore della Scuola di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione dell’Università di Roma Tor Vergata che ha relazionato su dieta mediterranea e costi sanitari, e del Dirigente della Regione Calabria Menotti Lucchetta che ha esposto le opportunità offerte dalla Regione per chi opera nei settori della ricerca e dell’innovazione. In chiusura di seminario l’intervento del Presidente di Agrifoodnet Marco Poiana, che ha focalizzato l’attenzione sulle opportunità che i risultati raggiunti da questo progetto di ricerca offrono per uno sviluppo dell’olivicoltura calabrese.

Fonte: www.meteoweb.eu