Articoli

Aumentano gli incidenti sul lavoro in agricoltura

I dati trimestrali sugli infortuni sul lavoro relativi al primo trimestre dell’anno, diffusi dall’Inail denunciano un notevole incremento solo per il settore agricolo. Il dato è in netta controtendenza con quanto si rileva per gli infortuni sul lavoro registrati negli altri settori produttivi che segnano invece una riduzione nel confronto tra il dato del primo trimestre del 2019 e quello del primo trimestre dello scorso anno.

Continua a leggere

Cia ed A.P.OL. Lecce, corso

Italia Olivicola, convegno

Il nostro Consorzio Nazionale terrà un convegno in Bari presso l’Hotel Parco dei Principi alla via  Vito Vasile, prolungamento viale Europa, 6 il prossimo 20 maggio 2019 dalle ore 10:00.

Referente il sig. Gaetano Bonasia

Dal lontano passato per arrivare al futuro: riscoperta la Minuta di Chiusi

Il 4 di maggio, in un convegno bene organizzato e con una notevole presenza, si è svolto a Chiusi (SI) un incontro, tra studiosi, per valorizzare e di far conoscere questa varietà, autoctona del territorio intorno al Lago di Chiusi, con caratteristiche molto particolari. Continua a leggere

Come capire la corretta maturazione delle olive, dall’analisi colorimetrica al NIR

La composizione chimica, il complesso di elementi che compongono un prodotto come l’oliva, è uno dei fattori che determina la resa e la qualità del prodotto finito. La varietà, la posizione geografica, le condizioni climatiche e le pratiche agronomiche sono fattori a elevata importanza commerciale poichè influenzano direttamente la materia prima che risulta differente in funzione del momento di raccolta.
Determinare il momento ottimale di raccolta delle olive da olio è una pratica particolarmente complessa. Continua a leggere

E’ italiano solo il prodotto agroalimentare coltivato, lavorato e confezionato in Italia

Un progetto di legge in esame al Senato vuole impegnare a limitare l’Italian sounding e favorire diciture sulle etichette come “realizzato interamente in Italia” o “100 per cento made in Italy” o “100 per cento italiano” o “tutto italiano”, modificando l’articolo 4 della legge n. 4 del 2011


La norma mirante a tutelare la qualità dei prodotti agricoli e agroalimentari attraverso una completa e corretta informazione in etichetta al consumatore sulla qualità della materia prima, la provenienza di un alimento e le sue modalità di trasformazione, non ha trovato concreta applicazione.

Ciò in quanto non sono stati ancora emanati i decreti di attuazione del Ministro delle politiche agricole e del Ministro dello sviluppo economico previsti dai commi 3 e 4 dello stesso articolo 4 nella sua formulazione originaria e che avrebbero dovuto specificare le effettive modalità di indicazione del luogo di origine o di provenienza dei prodotti alimentari commercializzati e dell’eventuale utilizzo di ingredienti in cui vi sia presenza di organismi geneticamente modificati (OGM).

Per tale ragione il disegno di legge, attualmente in esame alla Commissione agricoltura del Senato, composto di un solo articolo, modificando l’articolo 4 della legge n. 4 del 2011, dispone un termine certo di sessanta giorni per l’emanazione dei decreti attuativi, anche ai sensi del regolamento (UE) n. 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori.

Fonte: www.teatronaturale.it

Il professor Bucci: “No al processo alla scienza”

Enrico Bucci, Adjunct Professor in Systems Biology SHRO presso la Temple University di Philadelfia, commenta da scienziato, su ‘Il Foglio Quotidiano‘ di ieri 8 maggio, l’archiviazione della Procura di Lecce del procedimento contro dirigenti pubblici e ricercatori in merito alla diffusione di Xylella fastidiosa pauca ST53 Continua a leggere

Olio d’oliva: Texas, il governatore firma la legge che istituisce un Comitato Consultivo

Il governatore del Texas Greg Abbott ha firmato la legge istitutiva del Comitato Consultivo sull’olio di oliva dello stato. Continua a leggere

Olio d’oliva: Spagna, prima metà dell’annata da record, ma incombono dazi USA

Il Ministero dell’Agricoltura spagnolo ha reso noto che la produzione di olio d’oliva nel paese ha raggiunto 1,77 milioni di tonnellate nella prima metà della campagna 2018/19.

Si tratta di una cifra record, che segna un aumento del 43% rispetto allo stesso periodo del 2017/18 e del 49% rispetto alla media delle ultime quattro campagne.

L’annata è stata proficua anche sotto altri aspetti: le vendite sul mercato interno e internazionale hanno raggiunto le 753.300 tonnellate, il 18% in piu’ rispetto allo stesso periodo di quella passata.

L’export, secondo i dati provvisori a marzo, ha gia’ raggiunto 485.400 tonnellate, il 24% in piu’ rispetto allo scorso anno.

Ora solo le prospettive di dazi USA preoccupano il mondo olivicolo spagnolo.

 

Fonte: www.agrapress.it

È pugliese un nuovo macchinario “intelligente” contro la sputacchina e altre infestazioni

Una macchina in grado di ridurre le popolazioni dei vettori di Xylella fastidiosa pauca in maniera sostenibile dal punto di vista economico e ambientale, uno strumento ideato per contenere principalmente il Philaenus spumarius, più conosciuta come sputacchina media, insetto vettore della Xylella fastidiosa. Continua a leggere