Articoli

Xylella. M5S: “Il Governo sta dando risposte concrete agli olivicoltori”.

“Dalle parole ai fatti. Il Governo continua a mantenere gli impegni presi per la lotta alla Xylella e venerdì 9 agosto il ministro Lezzi incontrerà gli agricoltori per continuare quel percorso di confronto e informazione già avviato nei mesi scorsi. Continua a leggere

InBioAIQua, un’App contro gli organismi alieni, invasivi e da quarantena

Informare tempestivamente e qualitativamente gli operatori agricoli, sentinelle del territorio, sulle invasioni biologiche da organismi alieni, invasivi e da quarantena, trasferendo informazioni tecniche e favorendo l’integrazione con esperti di fama internazionale. Continua a leggere

xylella

Nuova visita della delegazione della DG Agri sulle aree demarcate dalla Xylella in Puglia

In seguito alla visita dello scorso anno, il 21 marzo, Gianfranco Colleluori (vice capo unità “Italia-Malta”) e Andrea Incarnati (responsabile ufficio Puglia) della direzione generale Agricoltura e sviluppo rurale della DG-AGRI hanno visitato l’area della regione Puglia delimitata come “infetta” e colpita dalla diffusione epidemica di Xylella fastidiosa. Continua a leggere

L’olivicoltura salentina nelle prospettive del dopo xylella e della PAC post 2020

Il 28 marzo 2019 dalle ore 09:00, convegno a Lecce presso l’hotel Hilton Garden Hill. Si parlerà dell’olivicoltura salentina e delle sue prospettive.

Gli organizzatori sono l’Università del Salento, l’Accademia dei Georgofili sez. Sud Est, l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Lecce, il Collegio Provinciale dei Periti agrari e dei Periti agrari laureati di Lecce, il Collegio interprovinciale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati di Lecce e Brindisi.

Allegata la locandina con i relatori

CONVEGNO_28_MARZO_2019

Giovanni Melcarne ‘Ma piantare nuovi ulivi è un’odissea burocratica’

‘La buracrazia regionale sta rallentando la ricostituzione del patrimonio olivicolo salentino, mentre la politica sta facendo ancora campagna elettorale’. Continua a leggere

puglia

La Caporetto delle olive fra xylella e mosca

Xylella e mosca, ulivi ko nel Salento ma ansia anche nel tarantino, dove gli agricoltori prevedono un calo compreso tra il 30 ed il 40%. Continua a leggere

xylella

La Xylella e il futuro degli ulivi: incontro con esperti al “Lanoce” di Maglie. Intanto la paura arriva ad Andria

Sabato 17 marzo altro appuntamento con l’attualità nell’aula magna dell’Istituto “Egidio Lanoce” di Maglie. L’Istituto superiore magliese ha accolto il seminario “Scelte strategiche per il futuro dell’olivicoltura salentina” organizzato da Apol(organizzazione di produttori olivicoli) della provincia di Lecce, nostra consociata.

La prima parte della manifestazione è stata dedicata alla presentazione dell’attività svolta da Apol sul territorio e alla relazione tecnica e la testimonianza di un’imprenditrice olivicola. Subito dopo si è aperta la tavola rotonda su “Scelte strategiche per il futuro dell’olivicoltura Salentina” con una relazione introduttiva del prof. Luigi De Bellis, direttore DiSTeBA dell’Università del Salento.

Hanno partecipato all’evento gli studenti dell’Istituto che frequentano l’indirizzo tecnico e professionale agrario nella sede di via Circolone e i rappresentanti del settore agricolo del territorio salentino. L’incontro è stato concluso dall’intervento del vicepresidente nazionale della Cia (Confederazione italiana agricoltori), dottor Mauro Di Zio.

Durante la manifestazione, è stato osservato un momento di raccoglimento in onore del Dott. Giampiero Maracchi, climatologo di fama internazionale recentemente scomparso.

Infine sono stati consegnati gli attestati di idoneità fisiologica all’assaggio ai partecipanti al corso per assaggiatori di oli di oliva vergini già realizzato dall’Istituto “Egidio Lanoce” e da Apol in questo anno scolastico.

Intanto della micidiale infezione si è parlato nella sesta edizione di “Vigna e ulivo” ad Andria, alla presenza di esperti che hanno aggiornato sulle misure di contenimento e sui nuovi metodi di monitoraggio nella zona cuscinetto, dove sono stati rinvenuti alberi affetto a Ostuni e Cisternino. In particolare si è parlato del blocco delle fonti i inoculo, cioè degli insetti vettore in particolare della Sputacchina. “Eliminare le fonti di inoculo è fondamentale – ha detto il professore Pierfederico La notte del Consiglio nazionale delle ricerche di Bari – ma finora non si è fatto abbastanza anche sul versante dell’informazione. Forse gli scarsi risultati sono imputabili proprio a questo e ad una forte controinformazione che ha fatto presa sull’opinione pubblica”.

Fonte: www.piazzasalento.it