Articoli

mipaaf

Tutte le domande Pac sulle foto aeree

Obiettivo raggiunto: dai dati di oltre mezzo milione di fascicoli aziendali emerge che la modalità di presentazione grafica della domanda unica ha raggiunto il 100%

Continua a leggere

Olio: prezzi sulle montagne russe e giovani in fuga. Sicolo: “UE stabilizzi il mercato con la nuova PAC”

Fare impresa in Italia è difficile, provarci nel mondo olivicolo è diventata una “mission impossible”. È quanto emerge dalla tavola rotonda “+Europa, Valore, Opportunità”, organizzata dal Consorzio Nazionale degli Olivicoltori, in corso di svolgimento a Viterbo. I tanti problemi che affliggono il settore e, soprattutto, l’eccessiva instabilità delle quotazioni sul mercato non consentono una programmazione ed una gestione serena delle attività aziendali.

Continua a leggere

commissione agricola parlamento europeo

Tagli alla Pac, ma a rimetterci è l’agricoltura

La Commissione europea ha presentato la proposta di bilancio per il periodo 2021-2027: tagli del 7% alla Politica Agricola Comune e del 5% alla politica di coesione. La delusione delle associazioni agricole italiane. Il budget verrà presentato al Consiglio dell’UE il prossimo 14 maggio.

Continua a leggere

tasse

Governo. PAC: predisposto un documento unitario sull’attuazione del Regolamento Omnibus, informa il MIPAAF

Un comunicato stampa del Ministero delle politiche agricole rende noto che: “dopo un’intensa fase di consultazione che ha coinvolto le amministrazioni regionali, Agea e le diverse rappresentanze degli agricoltori, e’ stato predisposto un documento unitario contenente le scelte nazionali di attuazione del regolamento omnibus per quanto riguarda i pagamenti diretti, notificato alla commissione europea il 30 marzo 2018.

Sono state introdotte alcune novita’ particolarmente significative soprattutto per i giovani imprenditori:

a partire dal 2018, potranno beneficiare di diritti di aiuto piu’ consistenti, avendo innalzato la percentuale di incremento dall’attuale 25% al 50%. Sempre in favore dei giovani, e’ stato deciso il prolungamento dell’erogazione del ‘pagamento giovani agricoltori’ anche in favore di coloro che hanno concluso il quinquennio dal primo insediamento ma non dalla prima domanda del pagamento giovani. E’ stato inoltre deciso di consentire l’accesso alla riserva nazionale per le fattispecie non obbligatorie, contenendo tuttavia la riduzione lineare dei diritti all’aiuto assegnati, il cui importo sara’ successivamente quantificato con decisione da parte della conferenza stato-regioni.

Altre modifiche – prosegue il comunicato – riguardano aspetti di carattere tecnico agronomico, come l’introduzione del criterio dell’aratura per interrompere il conteggio dei cinque anni per la classificazione a prato permanente delle superfici coltivate ad erba ed altre erbacee da foraggio fuori avvicendamento.

Questa semplificazione avra’ incidenza sul carico amministrativo relativo al sistema autorizzatorio per la conversione del prato permanente in altri usi, necessario ai fini del rispetto dei requisiti greening.

Non sono invece state apportate modifiche agli attuali meccanismi di riduzione e capping, ne’ alla regola sulla flessibilita’ tra pilastri. Per il greening – continua il comunicato – oltre alle semplificazioni per leguminose, erba medica in particolare e riso che sono direttamente applicabili dal 1° gennaio 2018, si e’ deciso di includere tra le aree d’interesse ecologico (EFA) i terreni a riposo con copertura vegetale di specie mellifere, redigendo anche una lista delle colture seminabili.

Altre modifiche, sempre finalizzate alla semplificazione dell’attuale complesso impianto normativo dei pagamenti diretti della pac, riguardano la verifica dei requisiti per l’agricoltore in attivita’”, conclude il MIPAAF.

Fonte: www.agrapress.it