Articoli

Secondo aggiornamento del nuovo monitoraggio Xylella in Puglia: 73 nuovi ulivi positivi

Il secondo aggiornamento del nuovo monitoraggio 2019 riferisce di 73 nuovi olivi infetti campionati in sette diversi comuni delle provincie di Brindisi, pubblicati sul portale regionale www.emergenzaxylella.it.

Si segnalano per la loro particolare posizione, compatibile con il trasporto passivo dei vettori, le 5 nuove piante infette di Fasano in tre distinti focolai nelle vicinanze della SS16: il primo adiacente al mercato ortofrutticolo ma dal lato opposto (sul retro) rispetto alle due piante segnalate esattamente un mese fa nel I aggiornamento e già abbattute; il secondo (a meno di 2km di distanza dal primo) in prossimità dell’uscita della zona industriale sud di Fasano, ed il terzo in località Torre Canne nel rondò delimitato dall’uscita per Montalbano (direzione sud) con due piante infette, a 250 metri dal primo olivo trovato infetto lo scorso anno a Fasano.

Degno di nota infine un nuovo focolaio, amministrativamente in territorio di Ostuni, ma in zona compresa tra gli agri di Cisternino e Martina Franca, che attualmente rappresenta l’intercettazione a quota più elevata (circa 350 m. slm) nonché, a meno di 4 Km dall’agro di Locorotondo, quella più prossima ai confini della provincia di Bari.

 

Fonte: www.emergenzaxylella.it

Xylella e sovrainnesti degli ulivi monumentali: “Si faccia presto”

Il Parco delle dune Costiere sollecita la Regione ad applicare le linee guida approntate dall’Università di Bari Continua a leggere

L’unione fa la forza contro xylella

Riportiamo l’intervento dell’architetto ed imprenditrice agricola Carmela Ricciardi, ieri pubblicato su La Gazzetta del Mezzogiorno Continua a leggere

Spesa pubblica, prorogato l’accordo fra la Regione Puglia e la Guardia di Finanza

Il direttore del Dipartimento Agricoltura della Regione Puglia, Gianluca Nardone e il generale di divisione Vito Augelli, comandante regionale, hanno sottoscritto la proroga della convenzione sul controllo della spesa pubblica in materia di incentivi comunitari previsti dai Programmi di Sviluppo in materia di agricoltura e pesca Continua a leggere

Botta e risposta tra un’organizzazione di agricoltori e la Regione Puglia sul PSR

Un’organizzazione agricola ha polemizzato con la regione Puglia perchè, afferma, solo 80 aziende agricole dell’area infetta da xylella su 1004 sono rientrate in graduatoria del bando 5.2 del PSR. Continua a leggere

Fondi all’agricoltura, Puglia in ritardo. Emiliano bacchettato dalla Bellanova

“Nessuno mi chieda di andare in Europa con il cappello in mano a chiedere proroghe” Continua a leggere

Comunicato stampa della Federazione Regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della Puglia

Avanzamento spesa Psr: a rischio milioni di euro necessari per lo sviluppo dell’agricoltura pugliese

Continua a leggere

Regione Puglia – Dipartimento Agricoltura: monitoraggio vettori xylella fastidiosa al 26 settembre 2019

Continua il monitoraggio dei vettori della Xylella fastidiosa attivato ai sensi della decisione UE/789/2015, del D. Lgs 214/05 e della DGR 1890/2018, con l’obiettivo di studiare il loro ciclo biologico e verificare la presenza nelle diverse zone e sui vegetali con particolare riferimento alle specie ospiti di Xylella e in particolare l’olivo.

L’Osservatorio Fitosanitario, da marzo 2018, ha fornito informazioni sulla presenza dei diversi insetti vettori nelle varie zone demarcate, lo spostamento degli stessi sulla diversa tipologia di vegetazione e ha indicato i periodi ottimali in cui intervenire con interventi agronomici e chimici contro i vettori.

In generale il numero degli adulti catturati è in diminuzione, di seguito e nei grafici allegati si forniscono maggiori dettagli.

Philaenus spumarius:

  • zona indenne: sulle chiome di ciliegio, olivo e piante di bordo (cupressacee e querce) e con maggiore frequenza nei siti ove non si sono effettuati trattamenti fitosanitari (incolti e condotti in biologico), gli individui adulti sono stati catturati con frequenza medio-bassa.
    Sul mandorlo, ormai quasi completamente defogliato, non sono stati rilevati adulti.Sulla vegetazione infestante sono presenti con bassa densità.
  • zona cuscinetto: su olivo, ciliegio e piante di bordo (in particolare nei siti oltre i 300 m di altitudine) la presenza degli adulti è risultata medio-bassa.
    Su Erigeron, Daucus, Leontodon, Diplotaxis, Urospermum e Chenopodium la presenza è occasionale.
  • zona contenimento: su olivo e piante arboree/arbustive di bordo, gli individui adulti sono presenti con densità relativamente bassa.
    Sulle specie infestanti prevalentemente del genere Erigeron, Urospermum, Picris e Chenopodium la presenza è occasionale.
  • zona infetta: nel 50% dei siti sono stati catturati adulti su olivo con densità inferiore rispetto al rilievo precedente. In riduzione anche le catture sulle altre piante arboree ed arbustive (mirto, lentisco, fillirea, cipresso, querce) limitrofe gli oliveti monitorati.In meno della metà dei siti, con frequenza estremamente bassa, sono stati catturati adulti sulla vegetazione di copertura in ricrescita.Neophilaenus campestris:

• In tutti i siti: gli adulti sono stati rilevati essenzialmente su cipresso e pino. Si segnala qualche cattura

di individui adulti e in pochi siti su olivo, ciliegio e sulla vegetazione spontanea. Philaenus italosignus:

Soltanto nei siti in cui in primavera erano stati rilevati individui giovani sono stati catturati adulti su olivo, fruttiferi, piante arbustive e infestanti; negli altri siti non è stato catturato alcun individuo adulto sia sulla vegetazione spontanea che su piante arboree ed arbustive.

 

Xylella, l’Osservatorio revoca le multe all’Arif

L’avvocatura regionale sconfessa le sanzioni del Servizio fitosanitario. Tutti contro tutti sul fronte Xylella in Puglia

Continua a leggere