Un olivo autoctono, l’Olivone di Montebenichi, all’Accademia dei Georgofili

Il 6 dicembre a Firenze la presentazione del progetto Olionostrum, per andare oltre la ricerca e pensare alla biodiversità come un percorso virtuoso di business e cultura

Quasi, perchè al di là del progetto scientifico che vuole dare un’identità genetica a questa cultivar, il Comune di Bucine ha guardato lontano, ha chiesto ai proprietari delle 33 piante di raccogliere le olive tutte lo stesso giorno e a conferirle in un unico frantoio per produrre l’Olio della Biodiversità che è stato imbottigliato in una piccola bottiglia di vetro: un olio extra vergine di oliva che testimonia il lavoro e l’amore degli olivicoltori per il proprio territorio.

Oggi quel progetto passa in una nuova fase, pensando al dopo: alla difesa e alla valorizzazione.

E’ su questi temi che si confronteranno illustri relatori, il prossimo 6 dicembre, presso l’Accademia dei Georgofili di Firenze.

Programma:

Ore 9,15 Registrazione
Ore 9,30 Apertura dei lavori
Massimo Vincenzini Presidente dell’Accademia dei Georgofili
Pietro Tanzini Sindaco del Comune di Bucine
Valentina Vadi Consigliere Regionale della Toscana

Presentazione del video: “’Olivo ritrovato: una storia biodiversa” a cura di Caterina Mazzocolin Associazione Olissea

Relazioni:
Il ruolo dell’ente locale come attore di promozione e sviluppo territoriale: Progetto OliOnostrum
Nicola Benini Assessore alla Promozione del Territorio del Comune di Bucine

L’Olivone di Montebenichi Il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione della biodiversità olivicola in Valdambra
Dott. Claudio Cantini – Graziano Sani – Paolo Pestelli
CNR Ivalsa di Sesto Fiorentino

Un frantoio innovativo per la Valdambra
Prof. Alessandro Parenti Università di Firenze Dip. GESAAF

Valorizzare un territorio attraverso la formazione delle aziende e la promozione dei prodotti tipici
Marina Lauri—ANCI Toscana

Interventi programmati:
Partenariato Europeo per l’Innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura – Piano Strategico del Gruppo Operativo
Dott. Gennaro Giliberti Regione Toscana Responsabile del Settore Produzioni Agricole, Vegetali e Zootecniche

Biodiversità olivicola e frantoio di territorio: opportunità per lo sviluppo del settore
Le Aziende aderenti al Progetto OliOnostrum

Comunicare il progetto OliOnostrum
Chiara Galli ditta LCD srl di Firenze

L’Oro Verde e gli oli della Valdambra
Capo Panel ANAPOO Associazione Nazionale Assaggiatori Oli e Olive

Come si mangia l’olio al ristorante
Filippo Falugiani – AIRO Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio

Lo chef Marco Stabile del ristorante L’Ora d’Aria di Firenze incontra l’Oro Verde della Valdambra

Osteria Gelateria Cassia Vetus
Gelato con l’Oro Verde della Valdambra

A seguire degustazione degli oli delle aziende aderenti al progetto OliOnostrum

Ore 13,30 Chiusura dei lavori

 

La partecipazione all’incontro è riservata a coloro che si saranno registrati entro lunedì 3 dicembre ad adesioni@georgofili.it
Le iscrizioni saranno accolte compatibilmente con la capienza della sala

Fonte: www.teatronaturale.it