Xylella: dai vivaisti la prima class action

L’associazione dei vivaisti Civi-Italia, assieme a sei aziende private del settore, chiedono 4 milioni di euro di danni alla regione Puglia per tutte le piante di ulivo che non sono più riusciti ad esportare.

Questa è la prima di una serie di class actions che rischiano di abbattersi sulla regione Puglia per colpa di Xylella.

Soprattutto adesso che il Tribunale di Lecce ha archiviato la causa penale contro le autorità che negli ultimni anni hanno gestito l’emergenza nella regione.

Il decreto di archiviazione costituisce di fatto un atto di accusa preciso e circostanziato contro “l’irregolarità, il pressappochismo e la negligenza” con cui – dall’Osservatorio Fitosanitario regionale ai consulenti universitari – ci si è occupati dei primi focolai.

 

Fonte: www.ilsole24ore.com