xylella

Xylella, il comune di Gravina avvia una serie di controlli

«A Gravina la xylella non è mai arrivata, tanto che la città del grano e del vino è censita, nelle mappe ufficiali, come zona indenne. Tuttavia, secondo l’antico adagio secondo il quale prevenire è meglio che curare, anche nelle campagne gravinesi avrà luogo un’attività di monitoraggio nell’ambito della campagna di contrasto al batterio nemico pubblico numero uno degli ulivi di Puglia».

Lo rende noto il Comune di Gravina. L’iniziativa, promossa e coordinata dall’Arif, avrà luogo di concerto con l’assessorato municipale all’agricoltura, guidato da Felice Lafabiana.

Da ieri, e per i prossimi giorni, gli agenti fitosanitari incaricati dall’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali – viene annunciato – svolgeranno una ricognizione sistematica a tutela del patrimonio ambientale, agricolo e storico-culturale.

In particolare, le operazioni in programma consisteranno nell’ispezione visiva di tutte le piante potenzialmente suscettibili di ospitare la xylella fastidiosa presenti all’interno di porzioni di superfici geografiche di estensione pari ad almeno un ettaro, coltivate ad uliveto o frutteto, «scelte in maniera regolare in numero di 10 unità all’interno di una maglia di circa 1.000»

Fonte: www.lagazzettadelmezzogiorno.it